Calcio: Brutta battuta d'arresto per il Capua che perde a Mondragone

Piazza dei Giudici - Sport

Vis CapuaBrutta battuta d’arresto per il Vis Capua, che rimedia una bruciante sconfitta sul terreno in sintetico di Marcianise ed incassa, a fine partita, anche le dimissioni del tecnico mister Di Costanzo. La società si è riservata qualche giorno di riflessione prima di accettare tale decisione. L’incontro odierno, iniziato quasi quaranta minuti oltre l’orario previsto per un grave ritardo del direttore di gara, ha una svolta immediata alla prima azione. Pronti via e, su un contrasto perso da De Maria a centrocampo, i locali si riversano nell’area capuana e un cross dalla sinistra di D’Ambrosio pesca sul lato opposto l’esterno Solimeno, il quale si aggiusta la palla ed incrocia sul secondo palo alle spalle di Acunzo. Dopo appena qualche minuto una controversa punizione dal limite a favore dei padroni di casa porta all’immediato raddoppio: Ciaravolo da posizione centrale sfrutta al meglio il tocco di un compagno e fa partire un tiro saettante, che buca la barriera predisposta dai difensori e si infila a mezza altezza alla destra dell’incolpevole Acunzo. Gli ospiti, che sembrano essere rimasti negli spogliatoi, cercano di scuotersi e al 8’ De Maria, su punizione dal vertice destro dell’area avversaria, coglie in pieno il palo alla sinistra di Campolongo. Al 16’, dopo un doppio intervento in acrobazia di Acunzo, sul successivo calcio d’angolo Raffone scambia con un compagno e si presenta in area quasi sulla linea di fondo; lo affronta Barbaro e nel contrasto, con successiva caduta dell’esterno, l’arbitro vede gli estremi per assegnare il calcio di rigore; dopo le rituali proteste degli ospiti, sul dischetto si presenta D’Ambrosio, che trasforma con un tiro a mezza altezza. Il Capua ora cerca di conquistare campo ed imbastire qualche trama di gioco, ma nel resto del primo tempo non si registrano grosse occasioni. Nella seconda frazione di gioco gli ospiti sembrano più determinati ed al 6’, dopo un’azione corale ed un tocco all’indietro di Aglione, l’esterno Amato spreca l’occasione con un tiro che si perde oltre la traversa. Dopo due minuti una punizione dalla destra di Aglione, con tiro a giro, mette in mostra le doti di Campolongo, che in volo plastico leva letteralmente la palla dall’incrocio dei pali. I locali ora si difendono e cercano di ripartire, così come succede al 63’, quando il neo entrato Dioneo si invola sulla destra in chiara posizione di fuorigioco, ma il sig. Fetto fa cenno che tutto è regolare ed il successivo cross, deviato corto da Fazzone, arriva sui piedi di Lucignano, il quale da fuori area si inventa un tiraccio di esterno a rientrare e deposita il pallone a fil di palo alla destra di Acunzo. La quarta rete blinda definitivamente il risultato, ma gli ospiti non demordono alla ricerca almeno del gol della bandiera. Al 65’, su cross dalla destra di Aglione, Rossano di testa coglie il palo alla destra di Campolongo. Al 77’ terzo legno di giornata per gli ospiti, ancora con Rossano che, saltati di forza due avversari, si presenta davanti al portiere e tira sul secondo palo cogliendolo in pieno. Al 83’ ennesimo capolavoro del sig. Fetto, oggi arbitro davvero inadeguato, il quale, su ripartenza dei locali, non vede una plateale trattenuta di Dioneo sulla maglia di Fazzone, che proteggeva palla, e fa cenno di proseguire; l’attaccante, del tutto indisturbato, ha tutto il tempo di liberare sul secondo palo il compagno Simonetti, il quale non ha nessuna difficoltà a depositare il pallone alle spalle di Acunzo. Davvero una punizione troppo severa per il Capua, che a pochi minuti dal termine riesce finalmente a marcare una rete, con un colpo di testa all’indietro di Rossano, ben appostato al centro dell’area piccola. Aria di crisi nel clan capuano, dopo le annunciate dimissioni del Presidente Luigi Guarino, sono arrivate quelle del tecnico Di Costanzo, e tutti sperano che si possa trovare al più presto la soluzione per riprendere la corsa verso una salvezza tranquilla, e quella serenità che è mancata oggi.

 

MONDRAGONE CALCIO: Campolongo, Ricciardi (69’ Gentile), Piatti, Fortunato, Manfregola, Ciaravolo, Raffone, Liccardi, D’Ambrosio (60’ Dioneo), Simonetti, Solimeno (60’ Lucignano).
All.: Giovanni Formicola.
A disposizione: Sodano, Penniello, Carbone.

 

VIS CAPUA: Acunzo, Mancusi, Amato, De Maria (78’ Orlando), Colonna, Fazzone, Monti (69’ Tarantino), Barbaro, Rossano, Aglione F., Medugno (57’ De Carles).
All.: Angelo Di Costanzo.
A disposizione: Fruggiero, Carlino, De Gennaro.

 

Arbitro: Fetto di Benevento.
Reti: 1’ Solimeno, 4’ Ciaravolo, 16’ D’Ambrosio(rig.), 63’ Lucignano, 83’ Simonetti, 86’ Rossano.
Note: Ammoniti Raffone e D’Ambrosio del Mondragone Calcio; Acunzo, Mancusi, Fazzone, Barbaro e Medugno del Vis Capua.

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.