Capua e Basta! Edizione speciale del Prof. Pompeo Pelagalli

placido 1Carissimi Amici,
ho appena una manciata di tempo per dedicarmi alla mia rubrica di Capuaonline e ne approfitto per dirvi cose importanti. In questi giorni nella nostra Città si è stabilita una atmosfera particolare, dovuta probabilmente all’intreccio di manifestazioni e presenze preelettorali e al fervore di iniziative ed eventi in caldissima preparazione con la costante e ingombrante bruttura di degrado e immondizie che ancora invadono le nostre strade. Ma la speranza di cambiare le cose non finisce mai e alcune persone , per proprio conto, cercano di ribaltare la situazione, sempre per il bene di tutti. Noi, con i Volontari di “Aperti per Voi” del TCI capuano, da tempo stiamo raccogliendo firme e siamo perennemente mobilitati per il nostro Museo Campano, che ancora non è stato inserito in un polo museale , in una rete degna della sua grande importanza e del suo immenso valore. Ci hanno anche appellati come “gufi” ma la nostra è una giusta preoccupazione, perché vediamo assottigliarsi i fondi a disposizione della sua “manutenzione ordinaria”(dal momento che la Provincia di Caserta, proprietaria, è ormai alla frutta) e vediamo diminuire anche il suo personale, nonostante sia assunto dalla Regione Campania. Ci aspettavamo, dopo la solenne inaugurazione con il Presidente della Repubblica Napolitano, che , finalmente, questo Museo, che è il depositario dell’unica collezione delle “Madri” e unico custode delle sculture federiciane al mondo , oltre alle pergamene longobarde, ai vasi, statue e statuine di grande valore e tantissimo altro ancora, un suo rilancio in campo nazionale e internazionale. E, invece, stiamo aspettando una risposta che tarda a venire. E, intanto, ci battiamo sempre per questa causa e vediamo, con soddisfazione che, in tanti ora ci seguono. Pensate che un Gruppo Archeologico di Cassino, pochi giorni fa , con tutti i suoi componenti, è venuto a visitare il Museo e le nostre Chiese a Corte e tutti hanno firmato la nostra petizione.
Intanto, tra il 26 e il 28 avremo in Capua due avvenimenti di grandissima importanza: la riapertura di piazza Umberto I con l’inaugurazione dell’Elmo di Fieramosca, grandiosa opera dell’artista Arturo Casanova che tanto successo ha ottenuto alla Biennale di Venezia, e sabato 28 la seconda edizione della rievocazione storica del Placito Capuano organizzato dal Touring Club Italiano. Entrambi gli Eventi saranno ricordati con due edizioni di pregevoli cartoline ricordo e con due annulli filatelici che saranno postati dalle Poste Italiane.
Per il secondo anno siamo riusciti ad organizzare il ricordo del Placito Capuano, che nel 960, per la prima volta trascrive in un documento ufficiale frasi di volgare italiano. Questo fatto storico che ci interessa da vicino, perché l’avvenimento del giudizio processuale si tenne sui gradini del Palazzo dei Principi Longobardi, potrebbe diventare una ricorrenza nazionale e stiamo lanciando l’idea nelle sedi adatte. Sarà la Principessa Adelgrima, fondatrice della Chiesa di San Salvatore a Corte, a dare l’avvio ufficiale alle manifestazioni. Sarà il Principe Pandolfo Capodiferro e la sua consorte Aloara ad aprire i cortei storici con tanti personaggi capuani che saranno “resuscitati” per l’occasione e saranno i nostri giovani studenti dei nostri Istituti Superiori e i “piccoli” delle Scuole Medie ad animare le sfilate e la teatralizzazione del Processo che diede luogo alla produzione del Placito. A questo scopo abbiamo realizzato un Seminario di studi e approfondimento su tutti gli argomenti attinenti al Placito, frequentato, in San Salvatore, per quattro sabato consecutivi , da ben 120 studenti, perché noi quello vogliamo: creare conoscenza e consapevolezza sul nostro glorioso passato per rendere protagonisti i giovani che sono il nostro futuro per renderlo giusto e sano.
Chiedo a tutti i nostri concittadini di collaborare e di non stare eternamente alla finestra: questa Città ha bisogno di tutti. Anche il Dottor Felicori, direttore della Reggia di Caserta, ci stima e ci segue e sono tanti che plaudono alla nostra iniziativa e al nostro tenace e continuo lavoro disinteressato e prodotto solo per il bene e il progresso di questa nostra abbandonata e martoriata Città, che, invece, potrebbe…si,….chiudete voi, cari amici, la frase, sapete bene cosa voglio dire. Inoltre, la giornata presenta tante novità come la presenza e la partecipazione attiva del Gruppo di Animazione dell’Associazione “Benevento Longobarda, che, in costumi rigorosamente dell’epoca, rievocherà azioni di tiro con l’arco e scene di vita longobarda, con quattro banchi dimostrativi di attività di tessitura, di artigianato del legno e del ferro, e di “scrittura beneventana” , quella in cui è stato composto il Placito.
1056 anni, ma non li dimostra: (ri)lettura linguistica della formula testimoniale capuana” è il titolo dell’autorevole intervento del Professore Domenico Proietti della SUN di S.Maria C.V. che si terrà, alle 17,30, nella Biblioteca di Palazzo Lanza a sigillo della più importante divulgazione e informazione della nascita della lingua italiana e inizio della XI edizione di “Capua. Il Luogo della Lingua Festival” promosso da ExLibris e Associazione Architempo. E’ un appuntamento molto importante a cui tutti siete invitati.
Non mancheranno le visite guidate di tutte le Chiese e i Palazzi di Capua, accompagnate dai Volontari TCI per il Patrimonio Culturale fino alla Biblioteca Diocesana e al Tesoro della nostra Cattedrale. Infine, Concerti musicali a cura dell’Orchestra G. Martucci del Liceo Musicale Capuano con l’esecuzione dell’Inno nazionale a chiusura dell’Evento e la partecipazione anche di giovanissimi musicisti della Scuola Media “Pier delle Vigne”. Una giornata da non dimenticare e da nobilitare con la partecipazione orgogliosamente attiva di tutti i capuani.
Un carissimo saluto da Pompeo Pelagalli.

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.