Banner

Capua. Nascita e storia del "Premio Sant’Agata"

IMG-20190205-WA0008Era il 5 di febbraio 2011 e ricorreva la Festa di Sant’Agata, patrona di Capua che insieme a Santo Stefano, protomartire del cristianesimo, sono i titolari della Chiesa capuana. Risale all’anno 520 la traslazione delle reliquie dei due santi in Capua dove furono portati da S. Germano, che era di ritorno da una delegazione presso l’Imperatore di Costantinopoli. Si racconta che una parte della mammella della Santa fu posta, per volere dei capuani, sulla sommita’ del campanile perchè li proteggesse dalle intemperie e dai fulmini. Col passare del tempo però la reliquia fu dimenticata e fu ritrovata, occasionalmente, a causa della caduta della sommità del campanile. Fu così riposta nel Tesoro della Cattedrale di Capua. Ma torniamo a noi. Quella mattina del 5 febbraio 2010, appena sveglio, il mio primo pensiero fu per Sant’Agata e siccome la sua festa passava ogni anno inosservata, mi recai in Cattedrale dove incontrai il defunto parroco della cattedrale, don Mimì di Salvia, che era pronto a celebrare la S. Messa delle nove. Gli chiesi il perchè non suonassero le campane a festa per la ricorrenza della Santa Patrona e mi fu risposto lo faremo stasera prima della Messa delle diciotto quando ricorderemo Sant’Agata. Fu allora che ebbi la vincente idea di chiamare il Sindaco Antropoli e pregarlo di mandare in Cattedrale, alle 18.00, il Gonfalone della Città di Capua con due vigili urbani di scorta in alta uniforme, accompagnati da lui stesso o da un suo delegato. La sera ebbi la gradita sorpresa che il Sindaco aveva accolto la mia preghiera; si presentarono, come detto, i vigili con il Gonfalone e la dott.ssa Carmelina Ragozzino in rappresentanza dell’Amm.ne Comunale. Ma non finirono le sorprese perchè improvvisamente si presentò, perchè subito avvisato della novità, anche il compianto Arcivescovo Mons. Schettino che, felice dell’iniziativa, disse testualmente Ue’ e comm’e’ o Cumune ss’’e’ scetato ?! Dimme ‘a verita’ si stato tu ? E hai fatto benissimo ! Ora ,pero’ pensa ad organizzare un festa per l’anno prossimo . E cosi fu !! Il 5 febbraio del 2011, non solo suonarono le campane a distesa, ci furono brevi fuochi d’artificio che svegliarono la Città e la sera, dopo la Santa Messa, nonostante si facevano sentire gli effetti dei giorni della merla, ci fu addirittura la processione con il bellissimo busto d’argento di Sant’Agata, che e’ custodito,come sapete, in un armadio murale, nella Cappella del Santissimo Sacramento della Cattedrale. Ma era ancora poco perche’ avevo in animo di fare una vera e propria festa in onore della nostra Patrona e dedicarle una intera giornata di preghiera e di gioia! Fu allora che ebbi due felicissime idee: quella di istituire il PREMIO SANT’AGATA da assegnare ad un benemerito cittadino capuano che si distingue per aver dato lustro alla Città di Capua e l’offerta del Cero a Sant’Agata da parte delle Istituzioni pubbliche e private. Parlai con il Sindaco che, entusiasta, diede il suo consenso all’iniziativa e con il parroco della Cattedrale che inserì la cerimonia della consegna del cero alla Santa Patrona alla fine della S.Messa solenne. Ero contento per aver fatto qualcosa di concreto per la Chiesa e per la Città di Capua. Il primo premiato con la bellissima statuetta di Sant’Agata, fu il Generale di Corpo d’Armata dei Carabinieri, dott. Eduardo Centore, poi Sindaco di Capua, che lo ricevette nel 2012; il dott. Gianni Rotondo, Direttore della Gazzetta del Mezzogiorno nel 2013; il 2014 il nostro caro concittadino chirurgo e gi’ Sindaco di Capua, dott. Antonio Citarella; il 2015 il capuano Franco Fierro per l’impegno civile; il 2016 il dott. Pompeo Pelagalli storico e personaggio pubblico; il 2017 la dott.ssa Chiara Di Malta, ricercatrice; per il 2018 l’Ambasciatore e giornalista dott. Paolo Ianni; il 2019 la dott.ssa e scrittrice e storica Daniela De Rosa e per il 2020 “ la voce di Capua “ , il famosissimo giornalista dott. Emanuele Giacoia, che sarà premiato mercoledì prossimo alle ore 11,30 nella Sala Consiliare del Comune di Capua. E mercoledì prossimo io stesso ed il Sindaco annunceremo una bella e positiva notizia che soddisferà i molti “ pretendenti” capuani che, pur meritevoli, non ancora hanno avuto la soddisfazione del conseguimento del premio. Ma non posso dirvi altro!

VIVA IL PREMIO SANT’AGATA E VIVA CAPUA OGGI E SEMPRE !!

 

Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.