Banner

Capua. La devozione capuana verso i Santi protettori

FB IMG 1557489639094Molti studiosi, da antichi e preziosi documenti, hanno rilevato che nei secoli passati nella Citta’ Regina del Volturno, operavano moltissime categorie di artigiani, ognuna della quale era posta sotto la tutela di un santo protettore. Essi ri rivolgevano al proprio santo protettore tramite celebrazioni di Sante Messe, tramite le ferventi preghiere e, il piu’ delle volte, con offerte votive per ottenere l’intercessione del Santo. A Capua erano tanti i Santi protettori e di questi parleremo piu’ innanzi. A quei tempi uno dei Santi più onorato e oggetto di uno speciale e profondo culto era la Vergine Assunta, che era protettrice dei Tintori, la cui redditizia attiività era svolta nel periodo medioevale maggiormente o addirittura, solamente nel ghetto ebraico capuano.Vi ricordo che il ghetto ebreo esisteva in Capua nella zona di S.Martino alla Giudea, località prossima a S. Caterina e poi spostato, anche motivi di pubblica salute,nella zona nei pressi della attuale Ferrovia.
A Capua di dice ancora per incìdicare la zona “ areto addo’ ‘e Giurieie”. La Vergine Assunta, comunque, era già venerata nell’antica Capua e, dopo la distruzione ad opera dei Saraceni e l’incendio della seconda Capua, detta Sicopoli, dovuto, probabilmente anche ad opera agli stessi saraceni, continuò nell’attuale Capua dal 966.Tutti noi ricordiamo le bellissime feste in onore della Vergine Assunta in Cielo, celebrata il 15 agosto nella nostra Città e la fede molto intensa del popolo capuano nella Madre di Dio. La seconda santa molto amata e molto venerata a Capua ,come lo e’ tutt’oggi, era S.Agata , la cui festa decorre il 5 febbraio. S. Agata era protettrice dei fabbricanti e commercianti di tessuti. Come ben sappiamo è la Patrona dell’attuale Capua poiche’ dopo l’anno 966 fu aggiunta alla Vergine Assunta in Cielo insieme a Santo Stefano, come patroni di Capua. Non dobbiamo dimenticare che talmente il culto di S.Agata era radicato nella nostra Citta’ che il monte, oggi denominato S.Nicola, era a Lei dedicato. Santo Stefano proteggeva dall’emicrania ed era anche il patrono dei selciatori. Altro Santo, molto conosciuto S.Andrea, il protettore dei pescatori e dei fabbricanti di corde. S.Bartolomeo era il protettore dei conciatori, dei macellai, dei lavoranti di pelli ed era festeggiato il 24 agosto.Veneratissimo nella nostra Citta’ era S. Giovanni Battista, la cui festa cade il 24 giugno. S. Giovanni era il protettore dei cantori, dei musicisti, dei carcerati, dei barbieri e dei condannati a morte. Lo stesso intenso e popolare culto era per S.Giovanni Evengelista che era protettore delle vedove, degli artisti e dei fabbricanti di candele. S .Lazzaro,a cui fu dedicata la Chiesa fuori le mura in piazza D’Armi, era invece protettore degli ospedali, allontanava la lebbra e la peste e la sua festa cadeva il 17 dicembre e a Pentecoste, quando a Capua si svolgeva la famosissima l’antichissima e grandissima Fiera, detta appunto di S. Lazzaro, che durava circa 15 giorni. Rammento che la Chiesa fu edificata dal capuano Lazzaro di Raimo. S.Lorenzo, che viene festeggiato, il 10 agosto, era invece il protettore dei cuochi, dei carbonai, dei poveri e dei bibliotecari. S. Martino, la cui festa ricorre l’11 novembre, era invece protettore dei militari, dei mendicanti e dei cavalli.
Poichè la lista è lunga continueremo , a Dio piacendo, la settimana prossima.

Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.