Banner

Capua. Quando il Fiume Volturno era navigabile. Realtà del passato, ancora un sogno dei nostri giorni.

volturno1Durante gli anni della mia vita, che non sono pochi, diverse volte ho sentito parlare della possibilità di navigare il  fiume Volturno; un progetto, questo, proposto anche da qualche politico ma  che è rimasto un sogno irrealizzabile.  Intanto mi chiedo:  il  fiume Volturno è stato mai navigabile?. Ebbene la risposta è sì. Nel corso dei secoli , infatti, il Volturno è stato diverse volte navigabile; la prima notizia, in assoluto, della sua navigabilità la troviamo nella narrazione che fa Tito Livio della Prima Guerra Punica. Dice espressamente che “ per fornir di viveri l’Esercito Romano nell’assedio di Capua si trasportavano le vettovaglie in Casilino e per consentire questo si eresse addirittura un Castello fornito di una forte guarnigione per presidiare il fiume”. Durante la Seconda Guerra Punica, però, la navigabilità cessò o diminuì perchè l’Imperatore Domiziano si dedicò maggiormente a munire di selci la strada che prende nome dall’imperatore, la Domitiana appunto  e a realizzare il “ magnifico Ponte sopra il fiume medesimo con diversi argini. Dopo l’ ultimazione di questi lavori, ricominciò la navigazione; tale notizia la si apprende da Stazio che fa  intendere che prima dell’inizio dei lavori di realizzazione del ponte e degli argini la navigazione era attiva e poi venne sospesa. Altre utili notizie, in tal senso, risalgono al tempo dei Longobardi e precisamente nell’anno 836, quando si tornò a parlare di navigabilità del Volturno e ancora nel 1389, quando Re Ladislao estese la gabella del dazio alle merci provenienti dal fiume. Si parlò ancora di navigabilità nel 1471, quando si ipotizzò di restituire al fiume il traffico delle navi; quest’argomento prova,  senza ombra di dubbio, che l’uso del Volturno alle imbarcazioni, una volta consentito, era stato successivamente negato. volturno2Nel 1534 D. Pietro Da Toledo, Vicerè dell’Imperatore CARLO V,  ordinò un sopraluogo, al fine di valutare la possibilità di rendere il fiume di nuovo navigabile, dal mare a Capua e fino a Benevento . Ma nulla fu fatto perchè a questo progetto si ribellarono i padroni dei Mulini, che, come si legge in un testo, avevano paura di “ perderne il frutto “ Ma nel 1648 il fiume tornò, ancora una volta, navigabile e….il resto lo racconteremo nella seconda ed ultima parte.

 

 

Banner
 
Banner

Il sondaggio di questo mese...

Le dimissioni presentate dal sindaco diventano efficaci ed irrevocabili trascorso il termine di 20 giorni dalla loro presentazione. Pensate che il sindaco Centore ritornerà sui suoi passi?

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.