Banner

Foglie di Lauro. Capua nelle Giornate Europee del Patrimonio.

capua gepLe Giornate Europee del Patrimonio, identificate nell'acronimo "GEP", rappresentano una ulteriore prova per la città di Capua, ma soprattutto la conferma, di centro, così detto minore, ma, con un potenziale culturale e turistico di "spessore".
Ed anche in questa manifestazione, il Touring Club Italiano, si è reso promotore di un programma coinvolgente ed allo stesso tempo di ampio ed armonioso respiro artistico e culturale.
È grazie al Tci, che Capua rientra nei mille siti interessati alle Giornate della cultura, e quando si parla di Touring, non si può fare a meno di mettere in evidenza il lavoro di Annamaria Troili, che della struttura è Console accreditato.
A dar man forte al nostro Console, c'è, come sempre, Pompeo Pelagalli. Potrebbe essere anche superfluo elencare le molteplici "proprietà " culturali del Professore capuano, ma per tutte piace sostenere che sono ben ottantasei gli anni, cioè da quando è nato qui, a Capua, che Pompeo Pelagalli è in prima linea per la valorizzazione della città, del suo patrimonio monumentale, del notevole contributo letterario offerto a beneficio di studiosi e ricercatori.
Detto questo, non mancherà nella due giorni del GEP, domani e domenica, il supporto dei volontari "Aperti per voi", coordinati da Ugo Dal Poggetto, delle scuole, delle istituzioni civili, religiose ed associative, che sostengono il programma degli eventi.
Sarà la banda musicale dell'Istituto "Pier della Vigna" ad aprire la manifestazione con l'inno Europeo, che sarà eseguito al cippo marmoreo del Placido Capuano, giusto per ribadire che la lingua italiana è nata qui. Le Giornate Europee del Patrimonio, costituiscono il più partecipato degli eventi culturali in Europa, promosso fin dal 1991 dal Consiglio d’Europa e dalla Commissione Europea.
Quest’anno, il tema è dedicato a “L’Arte di condividere”. Sarà l'occasione, a Capua, per condividere la meravigliosa presenza di siti storici incantevoli, scrutare monumenti nella loro intierezza, avere la possibilità di vedere o rivedere "cose" e luoghi, spesso, molto spesso chiusi.
Parliamo della Reale Sala d'armi con la rastrelliera borbonica, domenica, o ammirare dall'alto il centro storico dal belvedere dell'Annunziata; la ruota dell'orfanotrofio, domani sera, ed ovviamente le chiese a Corte. Il Museo Campano sarà aperto per dedicare spazio alle Matres Matutae, questa volta con il nuovo direttore, il Professor Mario Cesarano, che ha prontamente sostenuto l'iniziativa. Qui, troveremo gli studenti dell'Itet di Capua che accompagneranno i visitatori. Mostre, spettacoli ed intrattenimento, faranno il resto, con il chiostro del complesso conventuale dell'Annunziata, dove tra musica a tema, Antonello Roma, titolare di Sette Serpi, deliziera' gli ospiti con prelibatezze culinarie.
Ospite d'eccezione, Paoletta Pelagalli, che non dimentica mai la sua Capua.
Paoletta, domani sarà a Capua per l'intera giornata; pranzo da Papla', l'hosteria dei nobiluomini, in piazza De Renzis, dove la chef Placida Gallonio, preparerà, tra l'altro, la parmigiana di melanzane, ed in serata, nel chiostro dell'Annunziata, ospite di Sette Serpi e di Antonello Roma.
Insomma, per la città di Capua, la "condivisione dell'Arte" è una nuova ed ulteriore possibilità per valorizzare la indiscussa identità culturale e quindi turistica.

 

Nelle foto con una suggestiva immagine della torre merlata e della sala d'armi, Paoletta con papà Pompeo ed il chiostro dell'Annunziata.

 

Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.