Banner

Capua. Oggi, le celebrazioni dedicate alla Madonna delle Grazie

MadonnadellegrazieLe celebrazioni dedicate alla Madonna delle Grazie, impongono un approfondimento, ed in particolare, sulle presenze strutturali nella nostra città.
La venerazione Mariana nella città di Capua è ben nota e consolidata.
Numerose sono le testimonianze intorno all'ansa del Volturno.
Tra queste, trova sicuramente ampia conferma, l'affresco della cosi detta Cappella della Morte.
La “Cappella della Morte” è, inoltre, un’importante testimonianza del tragico Sacco di Capua, avvenuto il 24 luglio 1501, consumato a tradimento da Cesare Borgia.
Questo evento storico, comportò la morte di migliaia di soldati, comandati dal maresciallo Robert Stewart d’Aubigny, accampati nella zona denominata Ponticello, distante dalla città circa un miglio e mezzo.
A ricordo del tragico massacro, la Confraternita della Santella decise di far erigere, nella zona suddetta, intorno alla prima metà degli anni venti del XVI secolo, una Cappella da intitolare alla morte, attribuendo così al luogo deputato, una connotazione di sofferenza generata da persone violente.
Nella stessa località, a distanza di più di tre secoli e mezzo, si verificò un altro fatto di guerra: lo scontro tra l’esercito garibaldino e quello borbonico, nel corso della “Battaglia del Volturno”, svoltasi agli inizi di ottobre del 1860.
Questo conflitto, comportò la distruzione della Cappella, che venne ricostruita verso la fine del XIX secolo.
La struttura della Cappella è di forme semplici. È completamente assente qualsiasi tipo di ornamento, sia pittorico che scultoreo. L’esterno è caratterizzato da quattro pareti grezze, intonacate di bianco.
La facciata principale presenta una sola porta di accesso, inserita in un telaio rettangolare in pietra tinto di rosa.
La custodia è affidata a Don Franco Ruotolo, amato sacerdote di Capua e parroco del Tempio di San Roberto Bellarmino, al rione delle Grazie.
L’interno è a pianta rettangolare, a navata unica. Superiormente all’altare, incassato nel muro, c’è l’affresco della “Madonna del latte” localmente nota come Madonna delle Grazie, datato intorno al X secolo, inserito in una cornice in stucco.

Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Reportage

Banner

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.