Capua. Dopo anni di umiliazioni, ora BASTA! E' l'urlo degli operatori ecologici di Capua

04Continua la protesta, senza sosta, dei lavoratori ecologici di Capua.
Senza risposte, e mentre cresce la paura di perdere il posto di lavoro, anche oggi, gli operatori ecologici di Capua, hanno continuato il presidio, notte/giorno, davanti ai cancelli dell’isola ecologica cittadina.
Oltre cinquanta, sono gli operatori, che si alternano in turni, sfidando notti gelide e giornate interminabili; molti sono i cittadini che hanno sostenuto questi ragazzi, portando loro caffè cioccolate e bevande calde, che di fatto per questi è l'unica speranza economica, per portare dignitosamente avanti una famiglia.
Visi gelidi e occhi lacrimanti, si leggevano tra i lavoratori, ma soprattutto un'immancabile sfiducia nelle istituzioni locali, e nei confronti della ditta che, sembrerebbe, non abbia pagato l'ultimo mese agli operai, nonostante il Comune di Capua abbia fatto la sua parte, nei confronti dell'azienda.
Oggi, dicono alcuni lavoratori, non abbiamo nemmeno la forza di mettere un tozzo di pane a tavola, le tasse incombono e qualcuno ha avuto anche lo sfratto per morosità.
Una situazione allarmante, che di certo non giova a una città già martoriata da mille problemi; oramai è in atto da anni, una desertificazione totale, una città ridotta, inequivocabilmente all'osso.
I lavoratori si scusano con tutta la cittadinanza, per i disservizi sulla raccolta dei rifiuti, ma è bene conoscere le motivazioni di tale protesta, aiutando nello stesso tempo, gli operai a comprendere tale situazione, che hanno lavorato per mesi, senza percepire un solo centesimo.
Non è certo una strumentalizzazione -afferma il delegato sindacale Guarino- contro le parole del primo cittadino, intervenuto nel primo pomeriggio, presso l'isola ecologica, ma un dato di fatto in cui le istituzioni sono le prime responsabili di tali problemi.
Di certo -dice Guarino- garantiremo la raccolta di prime necessità, come Ospedale, caserme ecc, ma certamente questa volta non scenderemo a compromessi.
Vogliamo i nostri soldi, quelli che ci spettano, -conclude Guarino- senza che si tenti di comprare la fame da qualcuno.
Dopo anni di umilizioni, ora diciamo BASTA!

0203050607080910

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.