Banner

Capua. Un Ghetto Ebraico a Capua: la Chiesa di San Martino alla Giudea

 

Chiesa-di-S.Martino-alla-Giudea-CapuaOgni anno, nel mondo, il 27 gennaio si celebra la Giornata della Memoria, la ricorrenza durante la quale vengono ricordate le 15 milioni di vittime dell’ Olocausto, uccise nei campi di sterminio nazisti prima e durante la Seconda Guerra mondiale. Sei milioni di vittime innocenti appartenevano al popolo ebraico: il loro genocidio viene chiamato Shoah. Gli ebrei, prima di essere deportati nei campi di concentramento, venivano ammassati nei cosiddetti ghetti ebraici. Anche Capua ospita tutt’ora un ex ghetto ebraico: si tratta della Chiesa di San Martino alla Giudea, anticamente chiama Chiesa di San Martino Ad Iudaicam. E’ sicuramente la chiesa più antica della città, infatti la sua fondazione risale al VI secolo, quando esisteva ancora Casilino e quindi circa tre secoli prima della nascita dell’attuale Capua. Era inizialmente una chiesa parrocchiale, poi appartenne ai Cassinesi. Intorno al XII secolo passò prima ai frati Cistercensi e infine all’ Abbazia di S. Maria della Ferrara di Vairano. I monaci decisero di modificare e restaurare completamente a chiesa. Tali monaci ebbero per monastero la casa, che si trova nella vicina strada, denominata appunto S. Maria della Ferrara. Questa casa fino a poco tempo fa apparteneva al Demanio ed oggi è conosciuta sotto il nome di “Quartiere della rogna”, perché adibita ad ospedale per militari infetti dall’omonima malattia durante l’ultimo periodo del regime borbonico. Sul portale è situato lo stemma dei Mascabruno. Tale chiesa è situata nell’omonima via, Via San Martino alla Giudea, una strada che conserva lo stile del XIII secolo.

 

 

Fabrizio Ingicco

1 Scientifico B Liceo Salvatore Pizzi

- Conisti di Classe 2019/20 -

 

 

Banner
 
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.