Banner

Capua: Liceo “Luigi Garofano”… Giovanni Floris al terzo appuntamento del Caffè Letterario.

 

floris-1200x628La carrellata di ospiti d’eccezione agli incontri del Caffè letterario del Liceo “Luigi Garofano” di Capua, continua con Giovanni Floris che presenterà il prossimo 13 dicembre il suo ultimo libro “L’invisibile” edito da Rizzoli. Una storia interessante quella del romanzo del noto giornalista televisivo che mette da parte il ruolo che lo ha reso popolare in Tv, quello cioè di provocare politici e uomini di spettacolo, e racconta di due uomini , Fausto ed Antonio, apparentemente diversi tra loro ma accomunati da esperienze di vita simili che rendono il primo colto e desideroso di affermazione sociale e il secondo uno scaltro giornalista, talentuoso ma senza scrupoli. La lettura guidata del romanzo, ha visto il gruppo stabile dei lettori del Caffè letterario familiarizzare con le tecniche di scrittura che consentono la stesura di un testo narrativo. Al Liceo “Garofano” il Progetto di lettura di quest’anno, infatti, si è arricchito di questa novità, trentaquattro alunni provenienti da annualità e indirizzi diversi, si incontrano in orario prolungato per leggere e confrontarsi sui contenuti dei libri scritti dagli autori ospiti. Il libro di Floris ha favorito un interessante approccio alla stesura di un romanzo utilizzando “la tecnica del pomodoro”. É un metodo di gestione del tempo ideato alla fine degli anni ’80 da Francesco Cirillo, sviluppatore software ed imprenditore di origini italiane, un metodo utilizzato da molti scrittori ma utilissimo anche in campo manageriale e per l’organizzazione del tempo studio. La sfida lanciata ai giovani lettori del Garofano è stata proprio quella di produrre un testo narrativo utilizzando 240 volte un timer di 25 minuti in trenta giorni e giungere alla stesura di un breve romanzo.
Rintracciabili e abilmente utilizzati gli elementi di una trama avvincente nel libro di Floris, la cosiddetta struttura “in tre atti”, la “domanda drammaturgica principale” (- dove è finito Oreste? – il barbiere che Fausto ed Antonio hanno in comune sebbene appartenenti ad ambienti sociali diversi), un finale a sorpresa imprevedibile che dà risposta alla ddp.
Qualcuno ha definito “L’invisibile” “un saggio prezioso e necessario, travestito da romanzo avvincente. Un thriller con dentro massicce dosi di attualità che, prima toglie il fiato, come deve accadere in ogni thriller di rango, e poi induce a una serie di riflessioni, tutte non scontate e inevitabilmente scomode, sulle dinamiche con cui, purtroppo sempre più spesso, molti giungono a formarsi un’idea su ciò che accade in questo Paese (e non solo per le vicende di natura politica)”( Fabrizio Roncone Corriere della Sera).
L’incontro con Giovanni Floris si rivela una interessante e stimolante esperienza che il Liceo Garofano propone ai propri alunni. L’opportunità di incontrare un altro personaggio della cultura contemporanea del nostro Paese e l’esclusivo confronto con un significativo protagonista dell’informazione mediatica, saranno sicuramente motivo di arricchimento.


Gaia De Crescenzo II alfa
Liceo “Luigi Garofano” - Capua

- Cronisti di Classe 2019/20 -

 

 

La carrellata di ospiti d’eccezione agli incontri del Caffè letterario del Liceo “Luigi Garofano” di Capua, continua con Giovanni Floris che presenterà il prossimo 13 dicembre il suo ultimo libro “L’invisibile” edito da Rizzoli. Una storia interessante quella del romanzo del noto giornalista televisivo che mette da parte il ruolo che lo ha reso popolare in Tv, quello cioè di provocare politici e uomini di spettacolo, e racconta di due uomini , Fausto ed Antonio, apparentemente diversi tra loro ma accomunati da esperienze di vita simili che rendono il primo colto e desideroso di affermazione sociale e il secondo uno scaltro giornalista, talentuoso ma senza scrupoli. La lettura guidata del romanzo, ha visto il gruppo stabile dei lettori del Caffè letterario familiarizzare con le tecniche di scrittura che consentono la stesura di un testo narrativo. Al Liceo “Garofano” il Progetto di lettura di quest’anno, infatti, si è arricchito di questa novità, trentaquattro alunni provenienti da annualità e indirizzi diversi, si incontrano in orario prolungato per leggere e confrontarsi sui contenuti dei libri scritti dagli autori ospiti. Il libro di Floris ha favorito un interessante approccio alla stesura di un romanzo utilizzando “la tecnica del pomodoro”. É un metodo di gestione del tempo ideato alla fine degli anni ’80 da Francesco Cirillo, sviluppatore software ed imprenditore di origini italiane, un metodo utilizzato da molti scrittori ma utilissimo anche in campo manageriale e per l’organizzazione del tempo studio. La sfida lanciata ai giovani lettori del Garofano è stata proprio quella di produrre un testo narrativo utilizzando 240 volte un timer di 25 minuti in trenta giorni e giungere alla stesura di un breve romanzo.
Rintracciabili e abilmente utilizzati gli elementi di una trama avvincente nel libro di Floris, la cosiddetta struttura “in tre atti”, la “domanda drammaturgica principale” (- dove è finito Oreste? – il barbiere che Fausto ed Antonio hanno in comune sebbene appartenenti ad ambienti sociali diversi), un finale a sorpresa imprevedibile che dà risposta alla ddp. 
Qualcuno ha definito “L’invisibile”  “un saggio prezioso e necessario, travestito da romanzo avvincente.  Un thriller con dentro massicce dosi di attualità che, prima toglie il fiato, come deve accadere in ogni thriller di rango, e poi induce a una serie di riflessioni, tutte non scontate e inevitabilmente scomode, sulle dinamiche con cui, purtroppo sempre più spesso, molti giungono a formarsi un’idea su ciò che accade in questo Paese (e non solo per le vicende di natura politica)”( Fabrizio Roncone Corriere della Sera).
L’incontro con Giovanni Floris si rivela  una interessante e stimolante esperienza che il Liceo Garofano propone ai propri alunni. L’opportunità di incontrare un altro personaggio della cultura contemporanea del nostro Paese e l’esclusivo  confronto  con un significativo protagonista  dell’informazione mediatica, saranno sicuramente motivo di arricchimento .
       Gaia De Crescenzo II alfa
Liceo “Luigi Garofano” - Capua
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.