Banner

Brucellosi bufalina : un problema mai risolto

546773f2-21c2-4b62-989b-eb4f8e711418Continua la lotta degli allevatori del basso Volturno
Anche se non se ne sente parlare con toni allarmanti, la brucellosi bufalina non è stata ancora debellata nel territorio della provincia di Caserta, dove viene allevato il 60% dei capi nazionali. la
patria della produzione di latte di bufala e dei suoi derivati si trova ancora a fare i conti con questo  grave problema. A farne le spese, sono soprattutto gli allevatori di Santa Maria la Fossa, Grazzanise,
Castel Volturno e Cancello Arnone, costretti ad abbattere i capi essendo una malattia trasmissibile all'uomo. Eppure basterebbe vaccinare! Ma dal 2014 il piano delle vaccinazioni è stato sostituito dall'applicazione di un nuovo regolamento regionale che prevede l'abbattimento dei capi di bestiame quando si supera la soglia di emergenza del 2% di infezione. Molti operatori del settore sono ormai in ginocchio, perchè le perdite in termini economici sono notevoli e gli indennizzi non sono sufficienti per ripopolare gli allevamenti. Il risultato? Alcune aziende rischiano la chiusiura per quella che si può definire "sindrome da indifferenza istituzionale"!

 

Riccardo Leonelli 1 A/LSA Istituto liceale Salvatore Pizzi

 

Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.