Banner

Capua. La settimana Santa a Capua

settimanasantaPer continuare la serie di articoli sulle tradizioni capuane, occorre dedicare uno spazio alla settimana Santa, ricca di ritualità e simboli religiosi.
A Capua, il Giovedì Santo l’Arcivescovo e tutti i parroci della Diocesi celebrano la Messa Crismale.Particolarmente significativa l’assenza del congedo e il silenzio con il quale si conclude la celebrazione. Sembra quasi che noi cristiani rimaniamo senza parole e addolorati per il sacrificio di Cristo.
Sempre la sera del Giovedì Santo, intorno alle ore 21:00 fino alle ore 0:00, si tengono aperte le chiese per visitare i Sepolcri.
Nella tradizione e nel linguaggio popolare gli altari della reposizione vengono comunemente chiamati "sepolcri": "andare a fare i sepolcri" significa visitare, a partire dal pomeriggio del giovedì, il sepolcro di Cristo addobbato. Un tempo la visita ai sepolcri era associata allo “struscio”, ossia una passeggiata lungo il Corso Appio, vestiti a festa, passando da una Chiesa all’altra, sempre in numero dispari, tra un saluto agli amici e una chiacchiera.
La Settimana Santa capuana, però, ha una sua peculiarità nelle processioni del Venerdì Santo: come tradizione secolare, ci sono due cortei, quella della Madonna Addolorata che parte dalla Chiesa della Maddalena e quella dell’Ecce Homo che parte da Sant’Eligio per arrivare in Cattedrale, dove il vescovo aspetta per fare una benedizione. Dopo la benedizione la processione riprende per le strade della nostra Città. I due cortei, a mezzogiorno in punto, si incontrano in Piazza dei Giudici. La piazza è sempre gremita di persone, è un arcobaleno di colori e di voci che, però, all’arrivo delle due statue tace in un silenzio profondissimo. In quel momento, credo, tutti si sentono vibrare dentro un profondo sentimento di “capuanità”: è uno di quei riti tutto nostro che ci unisce nel silenzio e nella preghiera.
Le due statue rimangono per un minuto una di fronte all’altra e sembra quasi che ci sia un dialogo di amore tra Maria e Gesù, al quale la folla assiste in silenzio. Successivamente, Maria Addolorata, accompagnata da un corteo di donne vestite a lutto e bambine vestite come la Madonna, rientra in Cattedrale dove rimarrà tutta la giornata fino alla sera. Gesù ritorna a Sant’Eligio. La sera dopo la Liturgia della Croce, Maria Addolorata fa ritorno a casa, nella Chiesa della Maddalena, con Gesù Morto con la marcia funebre.
Questo rito, mi piace particolarmente anche perché è una tradizione tutta nostra.


Renato Ingicco 4 AI. ITET " Federico II"

 

Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.