Banner

Capua. Le ragazze del liceo S.Pizzi premiate dal Presidente della Repubblica Mattarella e Ministro dell’Istruzione Bussetti.

concorso pizziQuello che è avvenuto lo scorso 8 Marzo è un vero e proprio orgoglio per l’intero istituto S.Pizzi che, in seguito alla partecipazione di alcune ragazze al concorso di calibro nazionale “Mai più schiave”, sono state premiate per l’ottimo lavoro svolto nella realizzazione di un poster pubblicitario preposto alla riflessione sulla condizione di schiavitù in cui versano moltissime persone, soprattutto donne, nel mondo odierno.
È una tematica, specialmente per noi alunni del liceo delle scienze umane, molto commovente, se non struggente, in quanto ci ritroviamo a parlare di “avanzamento sociale e culturale” senza tenere conto invece delle difficoltà e criticità di cui le nostre società ancora oggi ne soffrono. Il merito di questa soddisfacente composizione va senz’altro attribuito alle ragazze della 5^PA che con accuratezza e precisione hanno realizzato l’elaborato ritraente una delle tante donne nigeriane costrette alla prostituzione; essa è presentata su un letto, all’interno di una delle “connection house” che sorgono sulla riva destra del fiume Volturno. La frase riportata per completare il poster è una denuncia, presente in un libro autobiografico, di una donna valutata 80 dollari, somma ritenuta adeguata alla vendita del suo corpo e della sua umanità.
È opportuno ricordare che le ragazze vincitrici, con il supporto della prof.ssa Coppola per la realizzazione del poster, si sono preoccupate di informarsi sulla tematica della schiavitù recandosi a Castel Volturno dove, con l’aiuto di un ragazzo nigeriano di nome Christopher, hanno “toccato con mano” una realtà ormai definibile come distopica.
L’esito finale dell’elaborato in poster è stato assolutamente positivo: la premiazione con medaglia è stata concessa della Presidenza della Repubblica durante la celebrazione della Giornata Internazionale della Donna con la presenza del Presidente della Repubblica e del Ministro dell’Istruzione.
Questa esperienza è stata dunque frutto di maturazione interiore in quanto ci ha permesso di cogliere il punto essenziale che il concorso ci ha voluto trasmettere: quando l’essenza decide di mostrarsi, l’apparenza, colpita da troppa luce, svanisce; noi dobbiamo dunque essere il punto risolutivo di questa essenza mascherata da un’apparenza vana e insidiosa.


Giuseppe Valle. Liceo Pizzi 5^PA

 

Banner
 
Banner

Chi potrebbe risollevare le sorti della Regina del Volturno ? Esprimi il tuo voto !

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.