Banner

Capua. Storia e tradizioni del Carnevale di Capua

15Capua è la citta del Carnevale, in Campania, per antonomasia, già da diversi anni. La storia del carnevale capuano è già datata, infatti giunge nel 2019 ormai alla 133esima edizione. Organizzato anche per questa edizione dalla Pro loco di Capua, la festa coinvolge, oltre ai cittadini provenienti da tutta Caserta, varie associazioni e scuole, che hanno il compito ogni anno di valorizzare la festa folcoristica e di renderla piacevole e coinvolgente. La festa, svoltasi i giorni 2, 3 e 5 marzo, ha visto la sfilata dei carri allegorici di Carnevale, e come ogni anno dell'estrazione a premio e delle sfilate in maschera. Il presentatore ufficiale del Carnevale, è stato quest'anno Erennio de Vita.
La storia del Carnevale Capuano risale, qindi, al 1886, data in cui le feste sfarzose dei nobili si mescolarono con le feste popolari, certamente non meno spettacolari. Ciò diede vita a una grande festa, che vedeva la sfilata dei carri allegorici, balli e canti, chiamati "cicuzze" e sfilate in maschera ogni volta a tema vario. Nacque così una grande tradizine piena di folclore e ancora oggi celebrata con molte delle antiche attività folcloristiche.
Veniva eletto dal sindaco il Re Carnevale, cittadino a cui venivano consegnati le chiavi della città, che ogni anno al centro della Piazza dei Giudici parlava di tutti i crimini e malefatte di cui si erano macchiati i componenti dell'amministrazione comunale. Tradizione mai messa in discussione in quanto unico momento a disposizione dei cittadini per ribellarsi e denunciare le prepotenze, in un atto appagante ed estremamente importante per tutti i cittadini.


Alfredo Izzo, istituto liceale Salvatore Pizzi, Classe 3T/B

 

Banner
 

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.