Banner

Agro Caleno: bene comune una tavola rotonda su ecologia e Salute

IMG 1022Nei giorni scorsi, presso l'Istituto Comprensivo Statale Benedetto Croce di Vitulazio, si è tenuta una Tavola Rotonda per discutere sul tema "Agro caleno: bene comune". L'argomento
è stato trattato da due punti di vista principali: giudiziario e sanitario.
Sono intervenuti il dirigente scolastico dello stesso istituto, Giacomo Coco, il sindaco di Vitulazio Raffele Russo, il magistrato dott. Giovanni Caparco e il dott. Gaetano Rivezzi,
presidente provinciale dei Medici per l'Ambiente. Il dibattito è stato aperto dal Magistrato dott. Giovanni Caparco il quale ha affermato che in ambito giudiziario non esistono leggi
che tutelino in maniera definitiva l'ambiente. Infatti la salute dell'ecosistema si basa solo ed esclusivamente sulla volontà di ogni individuo. Se si volesse giudicare l'atto di inquinare, infatti, non esiste una pena o una sansione per quel gesto. Ciò significa che inquinare l'ambiente non è considerato un crimine. L'assenza di un controllo o di leggi che regolino gli uomini a salvaguardare l'ambiente sfavorisce la tutela dell'ecosistema che porterà, e porta già ora, tragiche conseguenze alla salute umana.
A trattare l'argomento "salute umana" è stato il Dott. Gaetano Rivezzi nelle vesti di presidente provinciale dei Medici dell'Ambiente. Egli sostiene che, secondo le statistiche, il tasso di
giovani affetti prima dei 20 anni da cancro è aumentato negli ultimi anni. Ciò è estremamente legato all'ecosistema in quanto si presume, poichè ancora non è del tutto certo, che sia legato  agli alimenti che mangiamo e all'aria inquinata che viene respirata quotidianamente. Questo è un problema che riguarda particolarmente la Campania e le zone che circondano la cosiddetta "Terra dei Fuochi".
La domanda da porsi è quindi: perchè preoccuparsi in Campania?
Essa sta subendo un grave impatto ambientale, infatti l'inquinamento è diffusso in una vasta area e c'è un'insufficienza nella Protezione Ambientale, senza parlare della prevenzione sanitaria deficitaria.

Tutti questi fattori contribuiscono a peggiorare la salute di ogni uomo. Oggi l'inquinamento è un fenomeno ubiquitario e capillare e gli agenti epigenotossici esposti all'ambiente sono bioaccumulati negli esseri umani e causano trasformazioni genomiche e ciò va ad interessare l'intrera popolazione, le generazioni future e l'intera eco/biosfera. Durante le gravidanza,
se la madre è esposta ad un ambiente inquinato avviene la cosidetta "pandemia silenziosa" che consiste nel passaggio delle sostanze chimiche dalla madre al feto per cui un'importante percentuale di patologie dell'adulto è condizionata da un inquinamento ambientale progressivo. Tale esposizione nel corso dello sviluppo embrionale, influenza la suscettibilità alle malattie nelle generazioni successive.
Per prevenire l'aumento delle malattie i medici dell' ISDE si impegnano nei riguardi della società a promuovere la cultura dell'ambiente e della salute, pensare globalmente per agire localmente, mantenere un rapporto costante con i cittadini e collaborare con le istituzioni. Il nostro destino e quello delle future generazioni, quindi, dipende esclusivamente dal nostro atteggiamento nei confronti dell'ambiente.

 

di  Del Bene Luisa IIC scientifico Pizzi

 

Banner
 

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.