Banner

Uniti ce la faremo!

immagini coronavirusIn Italia, come in molti altri paesi del mondo, quest'oggi, si sta vivendo un periodo molto difficile, a causa della diffusione del COVID-19, un virus mortale. Ogni aspetto della nostra vita sembra essere sottoposto ad una profonda rivisitazione. Il modo in cui lavoriamo, ci spostiamo, acquistiamo cibo e manteniamo le relazioni sembra aver subito un brusco cambiamento di rotta. Infatti, lo Stato ha deciso di limitare gli spostamenti degli abitanti di ogni paese d'Italia, perciò nel mondo scolastico, come nei vari ambiti lavorativi, sono stati approvati dei metodi di lavoro tramite le tecnologie, per creare al meglio l'atmosfera lavorativa abitunaria. Il virus è stato identificato a Wuhan, in Cina, per la prima volta alla fine del 2019. Si tratta di una malattia respiratoria e in quanto tale, può causare sintomi lievi come raffreddore, mal di gola, tosse e febbre, oppure sintomi più severi quali polmonite e difficoltà respiratorie. Le persone più suscettibili alle forme gravi sono gli anziani e quelle con malattie croniche come il diabete e le malattie cardiache. Per questo, per rispetto delle persone anziane, dei nostri nonni e dei nostri parenti e di ogni persona del mondo, inclusi noi, bisogna adattarsi ad un nuovo modello di vita, rispettando le norme necessarie per sconfiggere o semplicemente limitare la diffusione del virus. La situazione sta migliorando, l'Italia ora sembra essere più unita. Possiamo dire che questo virus sta portando con sé numerose morti, ma che in qualche modo stia migliorando l'atteggiamento di ciascuno di noi nei confronti del nostro pianeta, che da sempre sopporta la figura irrispettosa dell'essere umano.


Gennaro Iannotta, 1 scientifico B,
Liceo "S. Pizzi"

- Cronisti di Classe -

 

Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.