Banner

Capua. Stage di Karate sotto la guida del maestro Giapponese Toshio Yamada

stage giapponeseSi è svolto, giorno 9 Febbraio 2020, all’interno della palestra della scuola elementare Martiri di Nassirya, uno stage di karate, sotto la guida del maestro giapponese Toshio Yamada. Gli allenamenti si sono svolti la mattina dalle 9:00 alle 11:00 per le cinture che vanno dalla bianca alla verde; il resto della mattinata e il pomeriggio dalle 15:00 alle 17:00 si sono allenate le cinture superiori (blu, marrone e nera). Le palestre coinvolte sono state la ASD karate Capua, la ASD Old School Fighters karate, il Body Master Club, lo Zullo karate team, la ASD dojo karate-do Shotokan Ryu e la C.S.K. Ragusa.
Il maestro Yamada, cintura nera 8°dan, ha improntato la sua lezione sull’importanza della concentrazione, dell’autocontrollo e della conoscenza di sé stessi e del proprio corpo, più che sulle opportunità di apprendimento delle tecniche di attacco e difesa tipiche dell’arte marziale. All’apparenza il maestro sembra un simpatico ed arzillo “nonnino”, sorridente e curioso nei confronti di una cultura diversa da quella d’origine, amante della musica italiana e della nostra buona cucina. Nella sostanza, però, il solo riscaldamento a corpo libero, rivela un’elasticità muscolare ed una prontezza di riflessi che non si osserva facilmente in uomini della sua età. Competenza e professionalità, dunque, hanno caratterizzato l’intero evento, ma sono andate di pari passo, con una profonda passione per la disciplina e la leggerezza con cui il “saggio giapponese” riesce ad impartire i suoi insegnamenti ai giovani.
Lo stage è stato davvero molto importante per coloro che vi hanno partecipato, non solo perché ha dato loro l’occasione di conoscere nuove tecniche e applicazioni, ma anche perché ha permesso ad allievi e maestri provenienti da diverse scuole di allenarsi insieme, in assenza di alcun tipo di competizione, con il solo scopo di imparare e fare sport. È proprio questo che dovrebbe fare lo sport: favorire il confronto, il rispetto e la condivisione. In un mondo in cui diversi sport sono ormai legati alla corruzione e all’odio tra squadre (basti pensare agli individui che si uccidono tra di loro perché appartenenti a tifoserie avversarie), è più importante che mai ricordarlo. Una delle prime cose che vengono insegnate quando si dà inizio allo studio del karate è il rispetto verso chi ci circonda. Ogni allenamento, ma anche ogni combattimento, inizia e finisce con il “rei”, il saluto giapponese, costituito da un inchino: questo gesto è visto come un’espressione di rispetto, cortesia e sincerità. E’ un po’ come dichiarare a vicenda il proprio intento di imparare dall’avversario qualunque sarà l’esito del confronto. Un altro valore importante che viene insegnato quando si studia quest’arte marziale è l’autocontrollo: chi pratica il karate spesso riesce a controllarsi e a non reagire alle provocazioni di chi pensa di fare il “prepotente”, ignorandolo, ma allo stesso tempo, se la situazione diventa pericolosa, riesce a sentirsi in grado di difendersi. Controllo vuol dire anche essere capaci di effettuare un combattimento senza mai far del male all’avversario, avendo acquisito la piena padronanza del proprio corpo. Ad essere influenzata positivamente dalle Arti Marziali in genere è anche l’autostima, soprattutto nei bambini o nei soggetti che attraversano la fase adolescenziale.
In conclusione, nonostante il freddo, la fatica fisica e la rinuncia a qualche rilassante attività domenicale, lo stage del maestro Yamada ha soddisfatto tutti: ai maestri, agli allievi di ogni età, ai genitori, agli organizzatori e a tutti coloro che hanno reso possibile questo evento va il mio personale “Oss”.


Claudia Pellegrino V°A Liceo Garofano Capua

- Cronisti di Classe 2019/20 -

 

Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.