Banner
Banner

Napoli: Salviamo DIANA, un appello dell'Associazione Donatori di Midollo Osseo

Diana

Questa è la storia di Diana, una bambina di 6 anni alla quale, ad ottobre 2018, è stata diagnosticata una grave malattia ematologica chiamata aplasia midollare di grado severo.Il suo midollo non è più in grado di produrre i tre elementi fondamentali del sangue:globuli bianchi, rossi e piastrine.
Attualmente la bambina è sottoposta a due trasfusioni in media a settimana presso il Bambino Gesù di Roma dove è in cura da ottobre dello scorso anno. Non avendo sortito buon esito la cura immunosoppressiva a cui la bambina era stata inizialmente avviata, il prof. Locatelli ha indicato la strada del trapianto del midollo come unica via di salvezza.


A marzo si era accesa una speranza avendo appreso l'esistenza di una donna compatibile, cosi che la bambina ha cominciato ad effettuare tutti gli esami clinici previsti per sottoporsi al trapianto.
Fino ad oggi, la donatrice non si è palesata, facendo perdere a Diana tre mesi preziosi.


L'ADMO, Associazione Donatori Midollo Osseo, si è immediatamente attivata su sollecitazione dei familiari della bambina, intraprendendo una capillare campagna di sensibilizzazione a sostegno della piccola Diana e dei tanti bambini che vivono questo incubo.

 

L'associazione donatori ha fissato un appuntamento sabato 6 luglio in Piazzale Tecchio a Napoli dalle ore 9.00 rivolto a persone che hanno un'età compresa tra i 18 e i 35 anni. A quanti si presenteranno verrà effettuato un semplice tampone salivare per verificarne la compatibilità.
La donazione del midollo osseo consiste in semplice prelievo del sangue mediante un procedimento detto aferesi, per cui un piccolo gesto può salvare la vita di un bambino.

 

Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.