Banner
Banner

Grazzanise. Il PUC andrà al centro del pubblico dibattito ? La maggioranza non si esprime...

 

PUC grazzaniseAndrà o non andrà il nuovo Piano Urbanistico Comunale (PUC) al centro di un pubblico dibattito? E’ la domanda che a Grazzanise si pongono gli uomini di buona volontà (intendendo come tali i cittadini, scevri d’interessi personali o di parte che davvero concepiscono il PUC come “elemento di fondamentale importanza per lo sviluppo e il governo del territorio”). Perché l’interrogativo si pone? Ecco la più chiara delle risposte: Perché finora non c’è ancora nessun formale assenso della maggioranza unionista ad organizzare l’importante incontro. In argomento abbiamo sentito, già a fine gennaio, il vicesindaco ed assessore all’Urbanistica Marcello Vaio che si è detto favorevole all’iniziativa, ritenendola utile sia sul piano informativo generale a vantaggio della comunità, sia per le proposte che potrebbero emergere per migliorare il PUC nelle parti che è ancora possibile modificare. Ma s’è trattato di un pour parler giornalistico che, sino a questo momento, non è stato ancora tradotto in ufficiale decisione, con tanto di data e di tecnici da chiamare a far luce sui criteri che hanno ispirato la redazione del basilare e complessivo strumento di pianificazione del quale qui stiamo riparlando.
Per la conoscenza delle questioni ad esso connesse, dopo il 27 dicembre 2018 (data della delibera di Giunta comunale con cui il PUC è stato adottato) sono intervenuti tre documenti ed una novità. Il primo, in ordine di tempo, è la mappa che la formazione minoritaria Senso Civico (guidata da Enrico Petrella) ha affisso all’ingresso della sede di Via Annunziata, promettendo a parole sussurrate fulmini e tuoni. Questi ventilati attacchi non hanno avuto, tuttavia, l’attesa e palese risonanza presso l’opinione pubblica; ciò non esclude, comunque, che uno o più interventi in merito siano stati firmati. Adesso, per quanto ne sappiamo, v’è silenzio, foriero o no d’imminenti sortite ci è impossibile dire. Il secondo atto è venuto dal sindaco, Vito Gravante, con un manifesto di annuncio dell’avvenuta pubblicazione, in data 14 gennaio, sul BURC (Bollettino Ufficiale Regione Campania) dell’adottato PUC grazzanisano, con tutte le notizie di rito, a cominciare dalle modalità di presentazione delle “osservazioni” sulle quali, dalla metà di marzo, dovrà poi pronunciarsi l’Organo competente. Il terzo ed ultimo documento ha invece visto protagonisti il capogruppo di Nuovi Orizzonti, Federico Conte, che, insieme con la consigliera di opposizione Orsolina Petrella, ha inoltrato una “richiesta di convocazione del Consiglio comunale in seduta aperta, rilevando quanto sia “di fondamentale importanza la massima partecipazione della popolazione e delle associazioni territoriali al fine di garantite un’adeguata attenzione alle esigenze dei singoli privati, associazioni e comitati compatibilmente con la tutela degli interessi generali e il rispetto delle linee guida e/o leggi provinciali e regionali che regolano la materia”. Dell’iniziativa i neorizzontini hanno reso partecipe la cittadinanza attraverso la stampa ed un manifesto murale. La novità? E’ roba di qualche settimana fa, allorché l’ing. Giacco è giunto a Grazzanise in sostituzione dell’arch. Malena e dunque in qualità di nuovo capo dell’area tecnica municipale. E un cambio di guida a questo livello non appare affatto di poco conto, anche se i tecnici molto bene informati sul PUC rispondono ai nomi dell’arch. Ricciardiello e della prof.ssa Buondonno. Intanto i giorni passano e il tempo incalza: dunque si attende una risposta inequivocabile dal sindaco, dal vicesindaco-assessore e dall’intera Giunta. Sulle ragioni che sostengono l’auspicato riscontro positivo daremo presto altre rimarchevoli notizie.

di Raffaele Raimondo

 

Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.