Banner
Banner

Pignataro Maggiore. Giorgio Magliocca su ciò che ha fatto e ciò che ancora ha da realizzare

pignataro programmaGiorgio Magliocca, attuale sindaco di Pignataro, dopo la vittoria del 2016 si ricandida alle Amministrative. Fiero di ciò che lui e la sua squadra “Ricoloriamo Pignataro” hanno svolto per il territorio, dimostra la volontà di voler proseguire un percorso iniziato ormai cinque anni fa.
Fra le priorità della squadra vi è la qualificazione ambientale: Magliocca nomina il dissesto idrogeologico del Monte Uliveto, l’attuazione di un progetto per recuperare la montagna che sovrasta Parco San Giorgio con la realizzazione di un percorso pedonale e la piantumazione di alberi, e il recupero di un’area del plesso Bosco per la realizzazione di un asilo nido.
Inoltre, uno degli obiettivi principali di “Ricoloriamo Pignataro”, di cui è stato già discusso con la Regione e la Provincia, è la ridistribuzione della volumetria del centro storico, in modo da poter realizzare piazze, parcheggi e spazi di aggregazione sociale – il tutto evitando la cementificazione delle aree verdi.
Ciò di cui Magliocca si mostra particolarmente orgoglioso è l’incremento del turismo di cui la sua Amministrazione è stata artefice negli ultimi cinque anni, grazie all’organizzazione di eventi estivi ed invernali – in particolare natalizi – che ha senza dubbio intenzione di inserire nel nuovo programma elettorale: stando anzi alle parole del primo cittadino, è già in corso l’organizzazione dell’evento natalizio di quest’anno; è stato già approvato il programma POC, grazie a cui potranno ricevere una somma di 120.000 € da utilizzare a tal fine.
Fra le altre cose, Magliocca ha a cuore anche l’infrastrutturazione dell’area industriale di Pignataro – per cui, a suo parere, l’ASI ha fatto troppo poco – e soprattutto, un obiettivo che suo malgrado non è stato ancora in grado di portare a termine: riportare alla gloria la struttura del campo sportivo.
Ad inorgoglirlo più di tutto resta la trasformazione di una Pignataro dilaniata – in cui non esisteva contatto tra cittadini e istituzioni – in una comunità coesa; e prova di questa coesione è il modo in cui il paese ha gestito l’emergenza covid-19, attraverso il lavoro della protezione civile, dei vigili urbani, il supporto della struttura comunale per garantire servizi ai cittadini che avevano difficoltà economiche, la riduzione a 0 della tassa sui rifiuti per le attività commerciali, e infine i buoni spesa, della cui scelta Magliocca vanta un anticipo di circa 15 giorni rispetto alle decisioni governative.
Non resta che attendere per scoprire se i cittadini alle urne sceglieranno di dare nuovamente la propria fiducia al sindaco e alla sua squadra.

 

Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.