Banner

Capua. Nocerino: disagi, degrado, discariche, parcheggi ed altro... sono solo alcuni dei problemi dei cittadini. Tutto in un’interrogazione.

Piazza dei Giudici - Politica

 

rosaria nocerinoRiceviamo e pubblichiamo integralmente, nota dell'Avv. Rosaria Nocerino:

 

"Nel concretizzare la nobile idea che ho della politica quale strumento al servizio dei cittadini mi è sembrato opportuno rappresentare in sede istituzionale i numerosi disagi che molti cittadini capuani lamentano. In primo luogo, soprattutto da mamma impegnata a dare un fattivo contributo al bene della comunità, non potevo rimanere inerme difronte alle criticità che affliggono le scuole nelle quali, quotidianamente, i nostri figli trascorrono metà giornata. I nostri ragazzi hanno il diritto di studiare in scuole sicure, in scuole dotate di agibilità, di idoneità igienico sanitaria, di impianti elettrici a norma, di sistemi di allarme funzionanti, di certificazione dei vigili del fuoco idonea e di un piano di evacuazione efficiente. Non si può, inoltre, negare l’evidente stato di degrado che caratterizza gli edifici scolastici capuani nonché gli spazi che li circondano che, giorno dopo giorno, si stanno trasformando in discariche a cielo aperto! Ho presentato sul punto una interrogazione al Sindaco affinchè la problematica venga sottoposta al vaglio dell’amministrazione tutta e dei competenti dirigenti di settore, confidando he venga messo in atto un intervento celere e risolutivo in seguito a questa sollecitazione. In secondo luogo, ho raccolto da moltissimi cittadini sfoghi esasperati in merito alla possibilità di trovare parcheggio a Capua, soprattutto non a pagamento. Ebbene, da Avvocato ho studiato la normativa di settore ed è emerso che l’.art 7 del Codice della Strada prevede che qualora in un Comune siano presenti aree a parcheggio a pagamento, su parte delle stesse o su altra parte nelle immediate vicinanze è d’obbligo riservare una adeguata area destinata a parcheggio rispettivamente senza custodia o senza dispositivi di controllo della durata della sosta, ovvero aree riservate alla sosta gratuita. La Corte di Cassazione ha cristallizzato il principio secondo il quale è nullo il verbale di accertamento e contestazione per sosta vietata in un’area di parcheggio a pagamento se nella zona o in prossimità di essa non è presente anche un’area di parcheggio libera. La violazione di legge comporta gravi disagi ai cittadini capuani, un indebito arricchimento per l’ente e danni ai commercianti causati dall’impossibilità da parte degli utenti di avvalersi di un proprio diritto quale il parcheggio libero. Orbene, anche in questo caso ho rappresentato in sede istituzionale, con lo strumento giuridico della interrogazione comunale, la voce dei tanti cittadini che hanno il diritto di parcheggiare senza pagare e di non ricevere multe che, in alcuni casi, non sono tenuti a pagare. Spero e sono certa che anche in questo caso l’amministrazione si attiverà quanto prima al fine di ripristinare la legalità. I due temi verranno trattati nel prossimo consiglio comunale che invito i cittadini tutti a seguire. "

 

 

Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.