Banner

Capua. Sinistra Italiana-Liberi e Uguali: interpellanza parlamentare per l'OMA SUD di Capua.

Piazza dei Giudici - Politica

oma sud1Nei giorni scorsi,Sinistra italiana-Liberi e Uguali ha presentato un'interpellanza parlamentare, primi firmatari Nicola Fratoianni e Federico Conte, sulla delicata vicenda dell'Oma sud di Capua,società a capitale interamente privato fondata nel 1988 con l'obiettivo di produrre componenti per aeromobili che occupa circa cento dipendenti.
Oma sud, che nel corso degli anni ha ricevuto diversi contributi statali,vive da tempo una grave crisi industriale e di liquidità e la sua dirigenza sostiene che lo stato di difficoltà ha origine in crediti che vanterebbe dal Ministero dello sviluppo economico.Ad oggi,sono stati utilizzati tutti gli strumenti previsti dalla cassa integrazione ordinaria e straordinaria. L'ultima cassa integrazione è stata concessa il 22 giugno 2018 ed è terminata l'8 dicembre 2018;
all'inizio del mese di gennaio 2019 l'azienda, senza più ammortizzatori di sostegno al reddito, ha collocato tutti i dipendenti in ferie e permessi fino al 31 gennaio 2019, interrompendo ogni forma di attività.
“Occorre che urgentemente il ministro Di Maio convochi un tavolo presso il ministero dello sviluppo economico per rilanciare l'azienda,scongiurando la chiusura dell'ennesimo pezzo di tessuto industriale di questa provincia e assicurando ai lavoratori spettanze e certezza del futuro.”

 

Ecco l'interpellanza presentata:

 

"La Oma sud è una società a capitale interamente privato fondata nel 1988 con l'obiettivo di produrre componenti per aeromobili e ha la propria sede principale a Capua (Caserta) su un'area totale di 20.000 metri quadrati e occupa circa 100 dipendenti;
l'azienda ha ottenuto rilevanti finanziamenti dal Ministero dello sviluppo economico, previsti dalla legge n. 808 del 1985 per la realizzazione dei programmi Skycar, Redbird, Skycar-Xmp, Skycar-Surveyor, dichiarati dal Ministero di «interesse strategico militare»;
la società Oma Sud vive da anni una grave crisi industriale e di liquidità e ha onorato solo parzialmente alle retribuzioni, ai contributi alle tasse spettanti alle maestranze, poste in condizioni di estrema difficoltà;
la dirigenza della società sostiene che lo stato di difficoltà ha origine in crediti che vanterebbe dal Ministero dello sviluppo economico;
negli anni sono stati utilizzati tutti gli strumenti previsti dalla cassa integrazione ordinaria e straordinaria. L'ultima cassa integrazione è stata concessa il 22 giugno 2018 ed è terminata l'8 dicembre 2018;
all'inizio del mese di gennaio 2019 l'azienda, senza più ammortizzatori di sostegno al reddito, ha collocato tutti i dipendenti in ferie e permessi fino al 31 gennaio 2019, interrompendo ogni forma di attività;
Oma Sud sembra non avere un progetto industriale chiaro e sostenibile e senza l'ausilio di fondi pubblici non sembrerebbe in grado di proseguire le attività;
Oma Sud costituisce un patrimonio di infrastrutture e di competenze, ormai in larga parte finanziate da fondi pubblici, di rilevante importanza per un territorio che vanta numerose realtà produttive ed eccellenze nello stesso comparto;
quali iniziative di competenza intenda adottare il Ministro interrogato al fine di promuovere soluzioni industriali in grado di scongiurare la perdita di competenze e capacità per il settore e una crisi occupazionale rilevante per un territorio già segnato da una profonda crisi industriale negli ultimi anni."

 

Antonio Dell’Aquila
Coordinatore provinciale SI Caserta
Gianluca Di Agresti
Coordinatore cittadino SI Capua

Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.