Banner

Capua. Buglione: si poteva fare di più, ma qualcosa è stato fatto!

Piazza dei Giudici - Politica

fabio buglioneTutti si aspettavano molto di più, in tanti avevano riposto nell’amministrazione Centore tanta fiducia e si sarebbero aspettati di più. Questa è la realtà ma nonostante ciò è giusto evidenziare e ricordare a tutti che alcuni risultati importanti sono stati raggiunti; saranno sicuramente pochi rispetto alle aspettative, ma sono stati conseguiti.
In primis voglio ricordare che l’amministrazione uscente a scadenza non ha rinnovato il contratto con la società di riscossione dei tributi tale “IAP”, che non solo costava 300mila euro all’anno ai cittadini capuani, ma aveva anche degli uffici poco efficienti che creavano non pochi disagi ai contribuenti. Oggi abbiamo non solo un ufficio di riscossione efficace ed efficiente, ma il risultato importante si è avuto proprio dalla riscossione della prima rata incassata attraverso l’agenzia delle Entrate, nuovo partner del Comune a costo zero per i cittadini, in quanto solo con la prima rata l’ente ha incassato circa 900.000 euro a fronte di 1600.000 euro incassati nell’ultimo anno dalla IAP.
Grazie a questo l’ente non solo ha pagato la rata del dissesto ma, attraverso un piano di risanamento delle casse comunali messo in piedi sin dall’insediamento dell’amministrazione, oggi è in linea con i pagamenti dei vari servizi e forniture a cui è esposto (primo fra tutti è il settore rifiuti). Tutto ciò chiaramente evidenzia che l’amministrazione non ha prodotto alcun debito e non ha sperperato soldi pubblici.
Si poteva fare di più, si doveva fare di più, ma questo è stato fatto!
Per quanto concerne le opere in corso non è assolutamente corretto dire che sono state bloccate dall’amministrazione, ma è stato semplicemente necessario verificare documenti e contenziosi che già erano in corso tra Ente e privati per evitare possibili danni all’Ente, tanto è vero che il completamento dell’area di Piazza Umberto 1° è in fase di ultimazione da parte del gestore. Per quanto riguarda la riqualificazione dell’ area ex-caps la vicenda era molto più articolata, ma comunque si è quasi arrivati alla firma del contratto (dovrebbe essere firmato nei prossimi giorni) da parte della società che all’epoca si aggiudicò l’appalto. E’ giusto chiarire anche l’aspetto che riguarda la presenza di molte famiglie di stranieri nel centro storico, frutto di un grave errore commesso in fase di acquisizione dell’area ex-caps, acquisita a costo zero per l’ente, ma nessuno all’epoca si preoccupò di trovare una collocazione alle tante famiglie di stranieri e rom che ci fossero all’interno e questo ha avuto come diretta conseguenza la migrazione e la permanenza degli stessi nel centro storico.
I lavori di riqualificazione di Rione Carlo Sant’Agata, invece, furono assegnati all’ultima ditta disponibile nella graduatoria stilata in fase di “gara di appalto” e sono stati seguiti con una certa attenzione dall’amministrazione, tanto che la ditta nei due anni e mezzo trascorsi ha realizzato le seguenti opere come previsto da cronoprogramma: abbattimento di tutti i garage abusivi vecchi e fatiscenti con la realizzazione di quelli nuovi; realizzazione della Piazza antistante la Chiesa; realizzazione del Parco commerciale. Successivamente l’impresa si è fermata perché, nonostante i numerosi solleciti del Comune, il Ministero ha bloccato l’emissione dei fondi destinati all’opera a causa “di un cambio di gestione della pratica negli uffici del Ministero”, fondi che dovrebbero essere elargiti nei prossimi giorni al Comune e quindi ciò consentirà il completamento di tutte le opere. In questo lasso di tempo però abbiamo fatto richiesta di un ulteriore finanziamento per il completamento delle urbanizzazioni del Rione (delibera di giunta n°43 del 18/04/2018), per un importo di circa a 3 milioni di euro.
Si poteva fare di più, si doveva fare di più, ma questo è stato fatto!
E’ stato inoltre, avviato il progetto di videosorveglianza per la città ed oggi ci sono circa 12 telecamere installate, l’intero progetto è in fase di completamento ed è attenzionato dal Comandante della Polizia Municipale Ventriglia.

Sono stati eseguiti lavori di manutenzione nelle aree cimiteriali su strutture abbandonate da anni e sono in fase di realizzazione due progetti per la costruzione di nuovi loculi sia per il cimitero di Capua che per la frazione di Sant’Angelo in Formis.
Nelle scuole sono stati realizzati gli interventi necessari a garantire il corretto e regolare svolgimento delle lezioni.
Si poteva fare di più, si doveva fare di più ma questo è stato fatto!

Infine, questi sono stati i finanziamenti richiesti:
- “ITER CAMPANIA”
Progetto n.1: Lavori di messa in sicurezza della scuola Madonna delle Grazie.
Progetto n.2: Recupero dell’ex convento dei Padri Carmelitani. Museo di Arte Moderna e Museo del Carnevale di Capua.
Progetto n.3: Recupero della cinta bastionale.
Progetto n.4: Recupero dell’ex Collegio dei Gesuiti in Chiave turistico-ricettiva con ostello e foresteria universitaria.

- “ MESSA IN SICUREZZA DI EDIFICI PUBBLICI” Ministero dell’Interno:
1° Consolidamento del Fabbricato Ex Monte Dei Pegni da riqualificare come sede del conservatorio Musicale. 2° Recupero del Complesso Polifunzionale ad uso Pubblico e culturale del Palazzo dell’Udienza o Arco di Sant’Eligio.
3° Adeguamento e messa in sicurezza dell’edificio in Via Roma Ex Liceo.
4° Miglioramento del percorso ciclo pedonale della strada di collegamento tra S. Angelo in Formis e Capua (Primo lotto).
5° Lavori urgenti di messa in sicurezza Ponte Nuovo sul Volturno (secondo-lotto).

- “VULNERABILITÀ SISMICA” sono stati richieste somme per l’adeguamento sismico di tutte le scuole di competenza Comunale.

- “FESR/FSC” REGIONE CAMPANIA – Finanziamento di 300.000 euro per Lavori di ristrutturazione, adeguamento, ammodernamento e completamento dell’Asilo Nido nella frazione di S. Angelo In Formis”.

- Richiesta di 5.940.000€ per Lavori di urbanizzazione ed infrastrutture nella frazione di S. Angelo in Formis.

Richiesto ed ottenuto finanziamento di 1.419.000 € per la messa in sicurezza ed ammodernamento della Viabilità interna di via Napoli e Quadrivio Caputo (realizzazione della rotonda e rifacimento dei marciapiedi su tutta via Napoli).

Si poteva fare di più, si doveva fare di più ma questo è stato fatto!
Potevamo e dovevamo senza dubbio fare di più ma, purtroppo, ad un certo punto della storia amministrativa della giunta Centore, i rapporti tra il Sindaco ed i Consiglieri si sono inaspriti. La causa fondamentalmente è da addurre ad una gestione politica improntata su decisioni prese da alcuni Assessori esterni del tutto avulsi dal contesto cittadino e sul mancato coinvolgimento dei componenti del Consiglio Comunale i quali, legittimamente eletti, devono poter dare il proprio apporto fattivo alle scelte amministrative.
Ho conosciuto gli scranni del Consiglio Comunale a trentuno anni, ho avuto tante soddisfazioni, molti avversari politici, ancor di più alleati e ho sempre e solo operato nell'interesse esclusivo della città di Capua, e questo ultimo mio atto di responsabilità politica ne è la prova tangibile.
Continuerò a mettere a disposizione della mia città e dei cittadini l’ abnegazione e la passione che hanno sempre caratterizzano il mio impegno politico e pertanto ritengo sia necessario, in questo delicato momento istituzionale, un serio e democratico confronto tra tutte le forze sane e propositive della città al fine di porre in essere tutte le condizioni per formare una nuova squadra che, con energia ed entusiasmo, condivida e sottoscriva un contratto di governo in grado di dare una svolta decisiva alla nostra Capua.

 

Comunicato Ex Consigliere Fabio Buglione

Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.