Capua:confronti politici anonimi su Facebook.L'opinione di Veronica Iorio di Capua Bene Comune e SI

Piazza dei Giudici - Politica

veronica iorio1La mancanza di spazi di confronto politico e il trasferimento sui social della comunicazione tout-court, sta generando dei mostri. A Capua siamo arrivati al paradosso. Non bastavano più le frecciatine girate a mezzo comunicato stampa, i fake a spargere dicerie e i galoppini a fare spam informativo: quando si tocca il fondo, si inizia a scavare. Da giorni il dibattito pubblico capuano si svolge su due pagine, (i cui amministratori sono anonimi), e che sono due facce della stessa triste medaglia. L'una, CapuaAlteraRoma, richiama dal nome una ideologia di grandi fasti "imperiali" ed è chiaramente a difesa del centrodx; l'altra, CapuaAiCapuani, si limita a definire l'appartenenza territoriale e sanguigna, richiamando alla "nobiltà di nascita" e si mostra costola apologetica dell'amministrazione Centore.

Queste due pagine, dicevo, sono giorni che battagliano offendendosi reciprocamente, alludendo, sminuendo, insinuando, riducendo il dibattito a una misera conta del nulla tra il nulla. Nessuno di loro è in grado di metterci la faccia, perché sentono la necessità biliare di vomitare odio piuttosto che l'esigenza politica di affrontarsi a viso aperto su problemi e soluzioni. La tristezza sta tutta qua. Quello che ha spinto i creatori delle pagine è proprio quel sadico bisogno di spingere il confronto allo stato brado, primitivo e senza più nemmeno il filtro del buon senso. A nessuno importa di fare Politica. Basta cantarsi le peste e le corna reciproche, sfilare la corona del chi sei tu e chi sono io, protetti dal filtro dell'anonimato, e la pancia si sazia per un po'. A me lascia disarmata. Credo che l'unica arma che abbiamo di fronte a questo caos, è non prestare il fianco a quelle discussioni. Non fornire orecchio e parola, non rispondere, non raccogliere. Impedire, a questo modo di confronto barbaro e svilente per la dignità di ognuno, di entrare nella normalità e nel senso comune quotidiano. Dobbiamo impedirlo. Pretendere che la discussione si alzi di livello e che, soprattutto, sia paritaria. In questo modo non lo è.

Chiudo con una piccola riflessione, un po' autoreferenziale. Alla ideologia settaria e elitaria di Capua altera Roma e Capua ai Capuani, noi abbiamo risposto con Capua Bene Comune. Capua per gli uni è una "altera Roma" (quanto imperialismo!) per gli altri deve andare "ai capuani" (quanto campanilismo!) per noi è un "bene comune": una città di tutti, un bene prezioso da tutelare e proteggere, non da soli, ma con tutti quelli disponibili. Ecco, se le parole contano ancora qualcosa, in questo caso sono chiarificatrici di intenti.

Veronica Iorio - Capua Bene Comune - Sinistra Italiana Capua

 

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.