Capua. Taglialatela risponde al comunicato di Centore. Ecco la verità documentata

Piazza dei Giudici - Politica

 

TAGLIALATELA GUIDOIn merito al Consiglio Comunale di qualche giorno fa ,non posso che esprimere il mio più forte disappunto per il comportamento tenuto dal primo cittadino.
Il disappunto, nasce da due fatti ben precisi :

 

1)) e' assolutamente irrispettoso nei confronti dei cittadini prima e dei consiglieri poi , abbandonare l'aula al termine del proprio discorso e,provocare lo scioglimento di un civico consesso su un argomento così delicato che investe tutti i cittadini e, il destino della nostra città , e che ad oggi il Sindaco ha trattato alla stregua di un Podestà , senza ascoltare nessuno, e senza confrontarsi con nessuno, ne' con i cittadini, né con i consiglieri della sua maggioranza , né tantomeno con quelli dell'opposizione.

 

2) ma cosa ancor più grave è' ascoltare dal primo cittadino una infinita' di cose non veritiere su tutto il percorso amministrativo relativo all'argomento e pubblicato come comunicato da questa spettabile redazione.

Mettiamo quindi un po' di ordine , e diciamo ai cittadini la VERITÀ' dei fatti, corroborata da documenti ufficiali .In primo luogo smentire l'esistenza di documenti ufficiali è' pura follia; il Sindaco ha partecipato ad una conferenza dei servizi in data 17/7/2016, ( di cui si allega copia del verbale ) dando parere favorevole al progetto (accettando, quindi, la venuta di 300 immigrati a Capua) ; tale verbale è' a tutti gli effetti un atto ufficiale controfirmato dal Dott.Centore nella veste di Sindaco, con tanto di verbalizzazione di quanto dallo stesso espresso (parere favorevole).

In secondo luogo il Sindaco,cita parte del verbale della Conferenza dei servizi del 31/5/2016 alla quale il Comune di Capua era ancora rappresentato dal Dott.Antropoli, lasciando intendere , che quest'ultimo si fosse espresso in maniera favorevole; nulla di più falso. Agli atti ( verbale di seduta del 31/7/2016, di seguito allegato ), c'è il parere assolutamente negativo dato dall'ex Sindaco Antropoli all'evenienza ed in particolare modo alla allocazione proposta dal Prefetto.

Egregio Sindaco, questa è' la differenza tra Lei e il suo predecessore, differenza che,ha provato a tenere nascosto con delle falsità.
Altra differenza, sta nel fatto, che quando la maggioranza all'epoca decise di approvare un idea impopolare quale quella del gassificatore, ebbe anche lo spessore, la forza, e gli attributi di convocare un consiglio comunale aperto alla città , ai centri sociali, ai comitati no gas, e a quanti altri, dialogando democraticamente con loro e senza scappare, ma cosa altrettanto importante il Sindaco su tale decisione aveva la condivisione e l'appoggio della sua maggioranza ; ieri la sua maggioranza dov'era?

Infine , per quanto accaduto nel post-consiglio, posso solo dire che è' il semplice epilogo di uno stato di odio, acredine, che parte dalla campagna elettorale, e che chi dovrebbe stemperarlo non lo fa.
Quando qualcuno rivolgendosi ai propri avversari politici dice : "cacciamo i barbari", quando qualcuno continua a gettare fango sulla precedente amministrazione e sui suoi componenti , purtroppo questi sono i sentimenti che si innescano e che possono portare a gravi conseguenze!
Chi ha generato e fomentato tutto questo,è' chiamato oggi ad interrogare la propria coscienza.

Con la preghiera di pubblicare anche i verbali delle sedute della Conferenza dei servizi, per avallare quanto dichiarato. CLICCA QUI per leggere tutta la documentazione.

 

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.