Ormai è 'scontro politico' : ancora una risposta di Capua Tre Luglio

Piazza dei Giudici - Politica

VILLANI MAURIZIOPrima Taglilatela, poi Ricci, poi addirittura il Sindaco e, infine, ancora Taglialatela. Quattro attacchi in quattro giorni. Siamo davvero lusingati che tali personalità perdano il loro prezioso tempo, sottraendolo alla Città, con un comitato di sprovveduti Cittadini, buoni solo a raccontare menzogne. Ovviamente, per una questione di buone maniere, non possiamo esimerci dal rispondere a lor signori. A Taglialatela diciamo solo che è informato male, le carte sui lavori del centro storico non le abbiamo viste. Siamo stati sul Comune ma non c’è nulla, se non un faldone di carte che, se fossero usate per accendere la brace, sarebbero più utili. E’ per questo che abbiamo fatto richiesta di accesso al Provveditorato. Siamo stati convocati nel periodo estivo, in un giorno in cui non ci era possibile andare e, per questo, abbiamo indicato un’altra data per la quale, però non era disponibile l’ufficio. Alla fine ci siamo dati appuntamento per un giorno da stabilire al rientro dalla ferie. Nei prossimi giorni, quindi, fisseremo l’appuntamento e se il consigliere lo vorrà, potrà anche accompagnarci, così potrà darci qualche spiegazione seduta stante. Intanto, però, potrebbe cominciare a rispondere ad alcune domande: 1) la riviera è stata completata? La grande aiuola che circonda gli alberi è ancora coperta da tavole di legno; di panchine ne sono state installate solo sei nelle immediate vicinanze della statua del cuore di Gesù (prima erano una trentina circa lungo tutto il percorso), mentre nel primo tratto (quello di via Riviera Volturno) non ce n’è neanche una. E’ questo che prevedeva il progetto, oppure la riviera dovrà ancora essere completata? 2) I paletti (paletti per i normali cittadini, percorsi turistici per il Sindaco e Taglialatela), devono prevedere sulla sommità il nastro catarifrangente che manca quasi su tutti. Molti altri, invece, recano in bella mostra un cravattino bianco e rosso, ricavato dal nastro che si una nei cantieri. I percorsi turistici (sic) sono stati completati? Le borchie in ceramica di Vietri di diverso colore che dovevano indicare i vari percorsi che fine hanno fatto? E tutta la segnaletica? I soldi per mettere le strisce catarifrangenti ci sono? Per quanto riguarda Ricci, pensavamo che il suo lungo silenzio (proprio lui, che stava sui giornali un giorno si e l’altro pure, anche per rivendicare cose in cui lui non c’entrava niente, come l’illuminazione della croce sul Tifata, dovuta esclusivamente all’impegno di alcuni volontari) fosse dovuto, oltre che alla delusione per il risultato delle regionali, anche alla vicenda della revoca delle delibera di alienazione del terreno destinato al gassificatore, in cui ha perso definitivamente la faccia. Comunque ci fa piacere del suo ritorno in grande stile, la campagna elettorale sarà molto più divertente. Sul campo profughi non siamo certo stati fermi. Stiamo approfondendo alcuni aspetti della vicenda molto poco chiari che determineranno, molto probabilmente, un cambio di programma in corso d’opera, come al solito a danno dei Cittadini. In ogni caso ribadiamo la nostra posizione. L’operazione campo profughi, per come concepita, rappresenterà l’ennesima occasione sprecata per la nostra Città. In ogni caso, vista la vicinanza al campo profughi, consigliamo a Ricci di prevedere nel bando anche la bonifica e la riqualificazione l'isola ecologica. Veniamo, infine, al Sindaco. La questione relativa alla responsabilità di chi, in passato, avrebbe rivestito la carica di assessore o di delegato ci interessa poco o nulla. Se qualcuno ha operato male lo ha fatto in seno all’amministrazione Antropoli ed in ogni caso il Sindaco è responsabile della scelta degli assessori. Quanto al dissesto, hai voglia a dire che non è dipeso dalla sua gestione amministrativa. Questo può dirlo un sindaco che dichiara dissesto dopo un anno dal suo insediamento, ma non dopo sette anni. La gestione amministrativa e contabile di questi lunghi anni, del resto, è ben descritta nella relazione dell'Ispettore del Ministero dell'Economia; la relazione noi l’abbiamo letta attentamente e a tal proposito poniamo al Sindaco alcune domande, pur consapevoli di non ricevere risposte: 1. Anche l'assunzione illegittima di due funzionari comunali è colpa delle precedenti amministrazioni? 2. Anche il pagamento al segretario comunale di uno stipendio maggiore di quello che per legge gli spetta è colpa delle precedenti amministrazioni? 3. Anche i bilanci non veritieri, non corredati della necessaria documentazione, sono colpa delle precedenti amministrazioni? 4. Anche il mantenimento in bilancio di residui attivi per circa otto milioni di euro è colpa delle precedenti amministrazioni? Infine, in merito alle assunzioni ed al segretario comunale, l'Ispettore del MEF invita il Comune a modificare il regolamento comunale, relativamente alla pubblicazione dei concorsi, e ad agire per il recupero delle somme indebitamente corrisposte. Sono state intraprese le necessarie azioni o è stato messo tutto a tacere? Domanda d’obbligo a Chillemi (indicato dal Sindaco uscente come candidato del centro destra): “ha intenzione di operare in continuità con gli ultimi 10 anni?”. Basta un si o un no.

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.