Capua 3 Luglio: Cosa dice la Relazione dell'Ministero dell'Economia fatta al Comune di Capua?

Piazza dei Giudici - Politica

capua 3 luglioLo scorso febbraio è stata depositata la relazione che l’ispettore del Ministero dell’Economia ha effettuato presso il Comune di Capua dal 25 settembre al 04 novembre 2014. Si tratta di un atto pubblico che, però, viene custodito gelosamente nei cassetti dai vertici politici ed amministrativi dell’Ente. Ed il motivo di tanta segretezza è facilmente intuibile. L’ispettore mette in luce una gestione economica – amministrativa tale da far accapponare la pelle. Nei prossimi giorni illustreremo i vari capitoli della relazione. Per ora ci limitiamo a riportare alcuni aspetti di carattere generale affrontati dall’Ispettore. I bilanci del Comune di Capua, nel periodo preso in considerazione (dal 2009 al 2013), sono caratterizzati dalla mancanza della documentazione prevista dalla legge. Si tratta di violazioni non solo formali, bensì sostanziali, in quanto i bilanci così approvati non possono ritenersi veritieri. Al riguardo l’ispettore sottolinea la responsabilità della Giunta e del Segretario Comunale e, quanto meno, una leggerezza del Consiglio Comunale nell’approvare tali bilanci. Si sottolinea, ancora, l’incapacità di far fronte alla spesa corrente con entrate aventi carattere di stabilità. È ovvio che se la spesa corrente (che è spesa costante) non viene finanziata con entrate aventi il carattere della stabilità, ma con entrate straordinarie (ad esempio, entrate derivanti da alienazioni di immobili) si avrà necessariamente uno squilibrio. Per anni sono stati mantenuti in bilancio residui attivi inesigibili per diversi milioni di euro. I residui attivi, per chi non lo sapesse, sono somme che devono essere riscosse e come tali vengono riportate in bilancio. Ma è chiaro che se tali residui sono divenuti inesigibili (si pensi, ad esempio, alle violazioni al codice della strada per le quali è decorso il termine di prescrizione di 5 anni), iscriverli in bilancio significa sopravvalutare la capacità di spesa dell’Ente e compiere un falso. Nella relazione si afferma, inoltre, che il Segretario Comunale ha percepito, fin dal suo insediamento, una retribuzione superiore a quella che gli spetta, in relazione alla classe demografica del Comune di Capua. Ci fermiamo qui, per ora! Agli amministratori in carica chiediamo, tuttavia, di rendere pubblica la relazione e fornire le proprie argomentazioni, possibilmente documentate, per smentire quanto riferito dall’Ispettore. Sarebbe, per tutti, un gran sollievo sapere che, per dieci anni, non siamo stati amministrati con tanto cialtroneria. Al consigliere Chillemi, che sembra essere, con ogni probabilità, il candidato Sindaco del centrodestra alle prossime elezioni amministrative, chiediamo se ha intenzione di muoversi in continuità col modo di amministrare degli ultimi dieci anni. Per quanto ci riguarda i Cittadini possono stare tranquilli. Quando saremo al governo della Città, noi faremo esattamente il contrario.

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.