Capua. Basilica Benedettina "chiusa" per metà, l'appello degli amministratori

Piazza dei Giudici - Politica

ANTROPOLI CARMINEDa ben nove anni la Basilica Benedettina di Sant'Angelo in Formis è chiusa per metà e gran parte degli affreschi, quelli sul lato destro, non sono visibili ai turisti e a coloro che si recano nell'importante ed unico sito storico. Ed è così dal 2008. Un tempo decisamente troppo lungo tant'è che l'amministrazione comunale ha iniziato una sorta di pressing sulle autorità preposte per cercare di risolvere la situazione. In prima linea, per cercare di smuovere le acque, ci sono il sindaco Carmine Antropoli e l'assessore alla cultura Jolanda Capriglione. La vicenda risale al 2008 quando, dopo alcuni sopralluoghi, parte della basilica fu delimitata da una grande paratia in legno, in attesa di alcuni interventi di consolidamento. "Stiamo invitando le autorità che hanno qualunque forma di competenza a visitare la Basilica perché ci aiutino a 'muovere' i cuori, le intelligenze e le carte per far sì che i lavori riprendano al più presto". Questa la nota dell'assessorato. Così dopo il Sottosegretario Buitoni Borletti, è stata la volta dell'Assessore alla Cultura della Regione Campania Caterina Miraglia per verificare "de visu" la situazione e perché si faccia portavoce presso il Segretariato Regionale delle istanze della comunità degli amanti dell'arte e della storia. "La Basilica benedettina di Sant'Angelo in Formis – afferma il primo cittadino – è un sito storico di grande valore, meta ogni anno di migliaia di visitatore. Il nostro appello va alle autorità preposte e sono sicuro che l'assessore Miraglia ne sarà portavoce, affinché si sblocchi la situazione e si possano effettuare i lavori e rendere pienamente fruibile il sito". La Basilica benedettina di S. Angelo in Formis è uno dei siti storico-artistici più straordinari del mondo: possiamo a giusta ragione parlare di un unicum. Edificata nel VI sec. d.C. nell'area dell'antico tempio-santuario di Diana Tifatina, occupa un luogo di incomparabile bellezza sul monte Tifata e guarda l'immensa piana che da Capua arriva fino al mare. Luogo di grande importanza strategica, in questa area la via Latina che correva verso Casilinum, il prezioso porto sul Volturno (Capua), si univa all'Appia prima del ponte sul Volturno stesso. Non è un caso, dunque, CAPRIGLIONE JOLANDAse gli accorti Benedettini con l'Abate Desiderio decisero di edificare qui questa Basilica che vollero adornata di preziosissimi affreschi. Il tempo ha fatto il suo corso e si sono resi necessari interventi che sarebbero dovuti essere di salvaguardia strutturale. E' cominciato così nel 2008 il lungo calvario della Basilica. Nel 2008 viene eretto un primo ponteggio che riguarda le arcate della navata destra, ma subito dopo la Soprintendenza, nella persona dell'arch. David, decide di realizzare un altro ponteggio-paratia in legno che spacca la chiesa a metà. Contemporaneamente la Soprintendenza decide di istituire una commissione che avrebbe dovuto valutare quale fosse il tipo di intervento più opportuno. Sono stati necessari ben 3 anni solo per la costituzione di questa commissione che predispone infine (2012) di affidare alla Società Arcaida di Venezia e alla Società SPC di Roma le indagini, mentre la Soprintendenza Regionale avocava a sé le competenze sulla Basilica. Intanto ARCUS aveva finanziato il progetto, progetto che solo nel 2014 arriva ad ARCUS grazie all'impegno pressante delle Autorità ecclesiastiche, dell'Amministrazione Comunale di Capua e della Soprintendenza di Caserta, nella persona dell'arch. Buonomo, pur non competente direttamente: da allora si attendono ulteriori sviluppi. Intanto la Basilica rimane chiusa per metà a causa di questa immensa paratia in legno che copre tutti gli affreschi del lato destro.

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.