Capua. Caos in piazza dei Giudici, l’assessore Capriglione non fa sconti a nessuno

Piazza dei Giudici - Politica

piazza giudici furgoni motoSosta selvaggia, carico e scarico delle merci effettuato fuori dagli orari previsti, automobili nel bel mezzo di piazza dei Giudici. Ecco il salotto di Capua, divenuto ormai da tempo, invivibile. L’ultima denuncia non arriva dai cittadini, dai comitati nati su facebook o dai consiglieri comunali di opposizione, che pure da tempo evidenziano tali criticità, mettendo sott’accusa i concittadini indisciplinati e la scarsa attenzione degli amministratori, ma da un componente della stessa giunta di Carmine Antropoli. E’ l’assessore alla cultura, Jolanda Capriglione che, senza peli sulla lingua, com’è nel suo stile, denuncia il “troppo populismo, anche da parte di qualche amministratore” che porta a situazioni caotiche soprattutto nel centro storico cittadino. Quanto denunciato dall’assessore è la “fotografia” scattata sabato scorso nelle ore mattutine, ma che, in realtà, è uno scenario che si ripresenta ogni giorno. L’assessore accoglie, in piazza dei Giudici, amici turisti arrivati per ammirare Capua, ma in realtà quello che molti ancora definiscono il “salotto” di Capua si è trasformato in un porto di mare. La piazza era invasa dai furgoni che a mezzogiorno fanno il carico scarico delle merci, operazioni che, solitamente, vanno effettuate di primo mattino. “Poi – afferma l’assessore - arriva una banda di barbari in motocicletta che ritengono “normale” parcheggiare. Più in là un’automobile nel centro dove un tempo le cronache ci dicono essere stata una vasca con fontana. Penso che una città non è un carcere e non si può chiedere ai vigili di correre da una parte all’altra per fare multe. Il decoro di una città deve essere affidato al buon senso, al buon gusto, all'amore dei cittadini. Troppo populismo, anche da parte di qualche amministratore ...”. In città le cattive abitudini, ormai consolidatisi, sono molte e non riguardano solo la viabilità e la sosta dei veicoli, ma come dimostrano i sacchetti di spazzatura depositati fuori dall’orario prestabilito o, peggio ancora, lasciati nei pressi dei monumenti la dice lunga sul percorso, tutto in salita pieno di ostacoli, per cercare di migliorare la situazione. E a complicare il tutto ci si mette, evidentemente, anche l’azione “populistica” di qualche amministratore: lasciare correre, chiudere un occhio (a volte anche tutti e due) nella speranza che, forse, il tutto possa tornare utile alle elezioni? Ipotesi molto probabile, ma gli amministratori devono tener conto anche dei cittadini (sicuramente la maggioranza) che, invece, chiedono semplicemente vivibilità in una città che, giorno dopo giorno, assume connotazioni sempre più selvagge. Del resto, il compito di chi amministra, è anche quello di pianificare e governare determinati processi. Lo sfogo della Capriglione darà uno scossone anche ai suoi colleghi? Staremo a vedere.

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.