'Caduta di Stile' Comunicato Stampa del Consigliere Fabio Buglione

Piazza dei Giudici - Politica

Durante la prima repubblica esisteva tra i politici un codice etico politico morale non scritto che contemplava, si la battaglia politica, ma svolta nel massimo rispetto per la persona, a ciò si aggiunge il credo che, la politica era intesa come puro spirito di servizio nei confronti della comunità e non per semplice interesse personale, gli amministratori di quel periodo che hanno attraversato il decennio tra gli anni 80 e 90, mi hanno instillato questi principi, perché mai si sarebbero sognati di inserire un proprio figlio o affine in un nucleo di valutazione, mai si sarebbero sognati di affidare incarichi per lavori o forniture varie a propri fratelli e mai si sarebbero sognati di far approvare debiti fuori bilancio a propri parenti, in quel contesto ed al cospetto di uomini politici di quello spessore, un comportamento simile avrebbe provocato l’immediata espulsione dal partito politico di appartenenza.
Oggi, purtroppo, ci troviamo innanzi a pseudo politicanti improvvisati che, probabilmente se si fossero trovati a svolgere attività politica in una qualsiasi sezione di partito di quel periodo, probabilmente, forse, sarebbero stati utilizzati per affiggere i manifesti e non altro.
Invece, con questi improvvisati della politica, intrisi dalla sindrome dell’asino che dice sempre “io, io, io …………..” e con i quali non siamo mai riusciti ad instaurare alcun tipo di dialogo, malgrado in più occasioni si sia cercato di allertare la compagine amministrativa sulle difficoltà amministrative e finanziarie dell’ente, dovute alle scelte scellerate che hanno portato la città al dissesto finanziario, nella speranza di poter correggere il tiro, ci hanno fatto scontrare con un muro di gomma che ha portato all’inesorabile allontanamento della parte sana dell’UDC dalla maggioranza rimettendo le deleghe a noi assegnate, allontanamento concordato con la segreteria cittadina e con la segreteria provinciale del partito, il tutto riscontrabile negli atti depositati presso il Comune.
Per quanto mi riguarda va chiarito che, la gestione del carnevale non era una delega di mia competenza, ma di tale manifestazione si sarebbero dovuti occupare gli allora delegati colleghi di partito che di par loro, hanno cercato con grande impegno ed in tutti i modi di realizzare la manifestazione, senza trovare riscontro dal responsabile del settore che comunicava l’impossibilità a spendere un euro per l’ evento, in quanto il comune era in grosse difficoltà finanziarie ed a grosso rischio pagamento degli stipendi ai dipendenti comunali, tant’è che per svariati mesi li hanno percepiti in ritardo, risolvendo la carenza di liquidità attraverso l’intervento della tesoreria, mediante l’utilizzo dell’anticipazione di cassa dove il comune paga tutt’ora dei forti interessi.
Quindi a malincuore e con forte senso di responsabilità decisero di non fare la manifestazione.
Praticamente le difficoltà dell’ente erano palesemente critiche tanto da spingerci in tutti i modi di spiegare, all’Amministrazione, che occorreva adottare un modo diverso nella gestione politico-amministrativa.
ll tutto sfortunatamente per i cittadini, ebbe esito negativo, in quanto non ci fu modo di farci ascoltare, perché per loro tutto andava bene, tanto è vero che l’anno successivo con il cambio del presidente della Pro loco il comune stanziò per la manifestazione 90.000€ dando un acconto di 25000€, il tutto mentre ci si avviava al dissesto.
Per quanto riguarda la delega al bilancio tengo a precisare che non ero io il delegato a tale incarico fiduciario, ma nonostante ciò credo che la responsabilità del dissesto non dipenda da chi ha avuto la delega o meno, ma sia riconducibile solo ed esclusivamente a chi da 8 anni a questa parte influenza fortemente ogni scelta dell’amministrazione, così come evidenziato dai revisori.
Per quanto riguarda la IAP, sia il responsabile del settore che i revisori dei conti hanno scritto a chiare lettere “ che ad oggi non risulta ancora stipulato il contratto definitivo di affidamento del servizio della gestione entrate comunali alla società IAP Srl, né risultano essere stati rideterminati gli aggi”; “che l’atto transattivo sottoscritto in data 12/10/2012 tra la società IAP Srl ed il comune di Capua, a parere dei revisori, risulta essere non vantaggioso per l’ente;
I Big dell’amministrazione sono i maestri nello spostare l’attenzione del cittadino su cose personali infondate ed infamanti; noi parliamo di politica e di interesse comune quello che realmente interessa alla gente.
Quello che, piuttosto dovrebbero chiarire questi “signori” è:
che fine hanno fatto i soldi versati dai cittadini per la costruzione dei loculi cimiteriali, visto che è una partita di giro e sono destinati solo ed esclusivamente a tale intervento?
Come mai la gestione della raccolta rifiuti viene data in affidamento diretto senza un benchè minimo straccio di gara ad evidenza pubblica, eppure l’importo del costo del servizio si aggira intorno ai tre milioni di euro, la normativa prevede che per tale affidamento si proceda ad una gara ad evidenza pubblica da espletare presso la “Stazione appaltante” e che consentirebbe, probabilmente, a seguito di aggiudicazione gara un abbattimento dei costi, quindi più vantaggiosa per l’ente e di riflesso per i cittadini?
Quanto hanno prodotto i pannelli fotovoltaici fino ad oggi per il comune? Speriamo non sia stato solo un intervento a favore di un privato.
Che fine hanno fatto i soldi estrapolati da fondi vincolati ed utilizzati per far fronte ad esigenze di cassa e non ancora implementati (cassa depositi e prestiti – L.219 – etc)?
Suggerirei, infine, a coloro che paventano solo trionfi, di zittire per un momento ed ascoltare le voci dei cittadini che, in questo triste contesto di recessione economica manifestano difficoltà e mal contento.
Probabilmente i Trionfi millantati sono “MIRAGGI” in quanto non si è mai sentito che il fallimento di un azienda (il Comune) sia un successo.

N.b. “ALTRO CHE ISOLATO” Comunicato a firma di Fabio Buglione Capogruppo dell’Udc, che gode della piena fiducia del gruppo consiliare, della segreteria cittadina e dei militanti del partito.


Consigliere Comunale     Fabio Buglione

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.