Banner
Banner

Capua. Il Consigliere Giugno attacca la Nocerino: "ci faccia sapere se è carne o pesce"

Piazza dei Giudici - Politica

GiugnoMicheleRiceviamo e pubblichiamo integralmente il comunicato del consigliere Michele Giugno che dice:

 

"In questi 27 mesi di amministrazione c’è stato un grande immenso punto interrogativo all’interno del consiglio comunale: La consigliera Rosaria Nocerino.

Se è vero come è vero che la maggioranza ha avuto spesso scossoni, defezioni, attriti e vere e proprie crisi, l’opposizione non si può certo definire né compatta né efficace. In particolare la consigliera Nocerino ci ha abituato troppe (davvero troppe) volte alla retorica della “vera politica”, che altro non é se non la vecchia politica dei due forni.
Da un lato in opposizione, dall’altro in maggioranza. Ricordo con piacere la sua presenza a una riunione di maggioranza (con evidente sconcerto del sottoscritto) dove si discuteva di fondi per il decoro urbano, così come ricordo spesso quanto si è spesa, a parole, (con tanto di ringraziamenti da parte della maggioranza) per la venuta del l’alberghiero a Capua. Tuttavia la consigliera non ha mai sciolto le riserve, usando a suo vantaggio il malcontento dilagante per questa amministrazione e rimanendo in una posizione di comodo senza mai esternare la sua vicinanza alla maggioranza pur intervenendo spesso in consiglio contro l’opposizione e difendendo l’operato amministrativo.
Alla luce del comunicato di oggi, in cui la consigliera dichiara di non firmare la mozione di sfiducia, mi chiedo e le chiedo: ha ancora senso e credibilità rimanere in una posizione di comodo? Pensa davvero di essere così furba e di poter reggere ancora il gioco per tempo? Sta forse aspettando il momento opportuno per ufficializzare il passaggio?
Alla consigliera, che usa i numeri come pretesto del suo dietro front, dico: se è un problema di numeri, la mozione la firmo io. Venisse poi in consiglio a fare la sua dichiarazione di voto e ci dicesse se dobbiamo chiamarla consigliera
di opposizione o di maggioranza, perché questa ambiguità sta diventando insopportabile, sterile e anche un po’ ridicola. Ci faccia sapere, consigliera, quali sono le “logiche” che l’hanno spinta fino ad ora e anche quelle che la spingeranno in futuro.
Per correttezza , rispetto e per non offendere l’intelligenza di noi tutti."

 

Consigliere
Michele Giugno

 

Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.