Banner

Capua. Le doverose dimissioni dell'Assessore D'Orta e la conferma dell'incapacità e del fallimento

Piazza dei Giudici - Politica

ragozzino dirienzo nocerino vegliante"Le doverose dimissioni dell'assessore all'ecologia Anna D'Orta, che vanta l'invidiabile primato di non aver raggiunto nessun obiettivo a fronte dei circa 25.000 euro percepiti per la sua "azione politica", confermano ancora una volta l'incapacità assoluta dell'Amministrazione Branco e il fallimento politico del centrosinistra (?) capuano.
La mancanza di un progetto politico, l'assenza totale di programmazione e l'incapacità di gestione dell'ordinaria amministrazione, hanno portato la Città al punto più basso della sua storia in termini di decoro, pulizia e vivibilità, senza una ragionevole, seppur minima, speranza di miglioramento: una città profondamente depressa che non crede più in un futuro di sviluppo!
UN FALLIMENTO TOTALE DI QUESTA INUTILE AMMINISTRAZIONE
In un anno e mezzo circa di amministrazione non si registra nessun indicatore positivo: la pulizia e l'igiene urbana sono un miraggio, con una raccolta differenziata che non arriva al 16 %, indice tra i più bassi d'Italia; i lavori pubblici inspiegabilmente fermi, sebbene già finanziati dalle precedenti amministrazioni, il continuo ricorso a debiti fuori bilancio divenuto una costante nella gestione economico/finanziaria dell'Ente che rischia un altro DISSESTO.
La viabilità cittadina è un vero e proprio disastro che ha costretto volenterosi, nonché pentiti elettori della maggioranza, a rattoppare a proprie spese le buche stradali che ormai si trovano dappertutto. Inutile parlare del potenziamento degli Uffici comunali, dell'attenzione nei confronti del mondo dello sport o di sostegno alla disabilità: zero assoluto!
Del PUC, che a seguito di una formale e perentoria Diffida da parte della Regione, doveva approdare in Giunta entro lo scorso 30 settembre per la procedura di "adozione", propedeutica all'approvazione finale entro l'anno solare, nemmeno l'ombra.
A tal proposito c'è da registrare la ricaduta negativa sui cittadini, se entro il 31 dicembre, come appare ahimè inevitabile, l'iter non dovesse arrivare ad una positiva conclusione, con il ricorso nell'attività urbanistica alle norme di salvaguardia che penalizzerebbero fortemente i cittadini, per la inevitabile restrizione dell'attività edilizia, ed anche le casse comunali per il mancato gettito derivante dagli oneri dell'attività edificatoria.
I commercianti, che nel frattempo hanno preso le distanze dall'amministrazione, sono comprensibilmente delusi per essere stati lasciati soli; a nulla è valso l'impegno dell'opposizione che con una Mozione consiliare aveva chiesto di DEVOLVERE LE INDENNITÀ di nomina ai Commercianti, visto il momento di emergenza economica causato dal Covid, ed il Ponte giace ormai tristemente "dimenticato".
Ebbene, questo desolante quadro della situazione cittadina è condito dalla cronica litigiosità interna alla maggioranza che ormai è preda dell'immobilismo totale.
Rivolgiamo un augurio a quei Consiglieri di Maggioranza, che ancora avvertono un senso di responsabilità nei confronti della Cittadinanza, e che hanno a cuore il futuro dei giovani di questa martoriata Città, affinché con responsabilità e coraggio abbiano il buon senso di MANDARE A CASA QUESTA INUTILE E FALLIMENTARE AMMINISTRAZIONE !
L'UNICO GESTO RESPONSABILE È QUELLO DELLE DIMISSIONI !"

 

Angelo Di Rienzo
Rosaria Nocerino
Melina Ragozzino
Annarita Vegliante

 

Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.