Banner

Capua. Ragozzino di FI: il branco di sbranca! Non permetteremo alcun sito di stoccaggio a Capua. Chiediamo la REVOCA immediata della delibera

Piazza dei Giudici - Politica

melina ragozzino2Il BRANCO SI "SBRANCA" NELLA BUGIA DEL SUO SINDACO; 4 Consiglieri di maggioranza, Giugno,Sperino,Di Agresti e Di Benedetto ne prendono le
DISTANZE;
PER FORTUNA ESISTE ANCORA COERENZA E LEALTÀ VERSO I CITTADINI.
EVVIVA LA POLITICA INTESA COME SERVIZIO AI CITTADINI E SOPRATTUTTO COME TRASPARENZA E CONDIVISIONE E NON COME SUDDITANZA A PRESCINDERE.
Sembra infatti leggendo i comunicati delle due forze politiche di maggioranza ITALIA VIVA e CAPUA BENE COMUNE, che il Sindaco BRANCO E TUTTI GLI ASSESSORI con un GUIZZO DI PALAZZO tipico degli anni 80, "zittu zittu miez u o mercato", come dicevano i nostri anziani, ABBIANO DIMENTICATO COMPLETAMENTE L’ESISTENZA DEI CONSIGLIERI COMUNALI, DELLA LORO FUNZIONE E SOPRATTUTTO COSA UN CONSIGLIERE COMUNALE RAPPRESENTA:
LA VOLONTÀ POPOLARE!!!

Ai Consiglieri Comunali Giugno,Sperino, Di Agresti e Di Benedetto va la mia più totale solidarietà per aver preso con coraggio le DOVUTE DISTANZE da una Delibera IRRESPONSABILE E SOPRATTUTTO ILLEGITTIMA PER COMPETENZA: è del Consiglio Comunale difatti la competenza di dare un indirizzo sull’utilizzo di un bene del patrimonio comunale, e non certo della Giunta, a cui il Consiglio da mandato per gli atti gestionali. (vedi iter Annunziata ad esempio);
Addirittura si partecipa prima al bando e poi si decide di andare in Consiglio, NASCONDENDO IL TUTTO AD ALCUNI CONSIGLIERI COMUNALI!
CI CHIEDIAMO: PERCHÉ QUESTO MISTERO ?
SEMPLICE, TUTI GLI ASSESSORI SOTTO LA GUIDA DEL SINDACO BRANCO, SAPEVANO DI VOTARE UN QUALCOSA DI FORTEMENTE SCOTTANTE E GIUSTAMENTE IMPOPOLARE, COSÌ HANNO AVUTO PAURA DI AFFRONTARE IL CONSIGLIO COMUNALE.
QUESTA L’UNICA SPIEGAZIONE.
Alla ricchezza dell’economia capuana, secondo il Sindaco Branco, costruita sulle decine di compattatori di IMMONDIZIA che attraverserebbero la nostra città "INZOZZANDOLA DI PERCOLATO", arricchendo i nostri bar o qualche bar RISPONDIAMO NO GRAZIE!!!

LA CITTÀ di arte e cultura, DELLE MATER MATUTAE, PER VOLONTÀ DI BRANCO E DEI SUOI ASSESSORI, DIVENTEREBBE LA CITTÀ DELL' IMMONDIZIA.
Ai Consiglieri di Maggioranza che hanno preso giustamente distanza dalla scelta SCELLERATA E IRRESPONSABILE DEL LORO SINDACO, DENUNCIANDONE ADDIRITTURA METODO E MERITO, COSA GRAVISSIMA, VA IL LA NOSTRA SOLIDARIETÀ PER ESSERE STATI IGNORATI E MORTIFICATI E SOPRATTUTTO PER AVER SCELTO I CAPUANI RISPETTO A UN'APPARTENENZA POLITICA VIRTUALE.
LA NOSTRA BATTAGLIA, NON HA COLORE POLITICO, È LA BATTAGLIA DEI CITTADINI CONTRO UN SOPRUSO AMMINISTRATIVO SENZA PRECEDENTI CONSIDERATO IL MODO CON CUI È AVVENUTO.
AI CONSIGLIERI GIUGNO,SPERINO, DI AGRESTI E DI BENEDETTO DICIAMO CHE I GAZEBO, SONO I GAZEBO DEL POPOLO, DOVE TUTTI POSSONO DARE VOCE ED ECO AL LORO "NO AI RIFIUTI A CAPUA" SEMPLICEMENTE FIRMANDO la petizione.

 

Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.