Banner
Banner
Banner

“I Venturieri” al Liceo Garofano: gli studenti incontrano Carla Maria Russo

carlamariarusso1È fissato per il 21 aprile prossimo il settimo appuntamento del Caffè Letterario al Liceo Garofano di Capua. Ospite dell’incontro che chiude la stagione 2021/2022, l’autrice Carla Maria Russo che si confronterà con gli alunni del liceo cittadino parlando dei contenuti del suo ultimo libro “I Venturieri” edito da Piemme. La Russo, nota per la sua passione per la ricerca storica e per la scrittura, è molto amata dai ragazzi perché le storie che racconta sono intense, appassionanti, ricche di particolari capaci di annullare il tempo. Chi ha letto “La sposa normanna” e gli altri romanzi della Russo, avrà sicuramente colto il particolare stile di scrittura e l’indiscutibile competenza storica, frutto di ore di ricerca e permanenza dell’autrice nelle più prestigiose biblioteche del nostro Bel Paese. Dai personaggi dei suoi libri tutti possiamo trarre insegnamenti e condividere ciò che l’autrice spesso ha sottolineato “ogni vera storia è sempre contemporanea, sempre moderna”. La Russo con la maestria che la contraddistingue, riesce a riportare in vita personaggi celebri. Ne “I venturieri” è il turno di Muzio Attendolo che una volta diventato soldato prima e capitano di ventura poi, diventa Muzio Sforza. Vincitrice del premio letterario Fenice Europa nel 2008 con il libro “Lola nascerà a diciott’anni”, l’autrice ha dedicato alla famiglia Sforza (tra il 2015 e il 2018) ben tre romanzi prima di scrivere “I Venturieri” (2021). Con questo ultimo scritto narra la forza, il coraggio e l’amore del giovane Muzio, capostipite degli Sforza, che da semplice contadinotto diventa un valente, stimato e temuto Capitano di ventura. carlamariarusso2Muzio Sforza fu padre di molti figli tra i quali si distinguerà il primogenito Francesco che per le sue doti militari e per il suo acume politico diventerà duca di Milano sposando Bianca Maria Visconti figlia di Filippo Maria Visconti e Agnese Del Maino. Dall’unione di Francesco e Bianca nasceranno otto figli tra cui Galeazzo Maria (duca di Milano dal 1466 al 1476) e Ludovico Maria detto “il Moro”. Galeazzo fu sempre in conflitto con la madre tanto da essere accusato di matricidio quando lei, nel 1468, morì a 43 anni a seguito di una strana febbre. È proprio con il contrastato rapporto tra madre e figlio che si conclude l’ultimo capitolo del libro della Russo che riesce a far diventare il lettore testimone degli ultimi momenti della vita di una grande donna come Bianca Visconti Sforza che, lucida fino all’ultimo respiro, si appella al cuore del primogenito Galeazzo che, forse in “un sussulto di bontà”, potrebbe non sottrarsi alla richiesta della madre morente. Gli affida la cura dei fratelli “a ricordo della carne, del sangue e del respiro materno che tutti li ha uniti”. In trepida attesa gli studenti del Garofano che, reduci dall’indimenticabile incontro del 30 marzo scorso con Antonio Caprarica, non vedono l’ora di confrontarsi con Carla Maria Russo che con dolcezza e competenza sicuramente aggiungerà alla loro esperienza formativa un importante tassello che confermerà l’intento dell’offerta didattica che il Liceo “Luigi Garofano “ di Capua, da ormai quasi 50 anni, si premura di garantire ai propri studenti.gruppo carla1Un grazie particolare alla dirigente scolastica dott.ssa Mariachiara Menditto per l’entusiasmo che profonde, supportando la prof.ssa Vittoria Simone, referente del progetto, e riconoscendo la validità di tali iniziative finalizzate ad avvicinare i giovani a “quell’oggetto meraviglioso ed indispensabile che è il libro” (cit. Antonio Caprarica in mail alla prof.ssa Simone – 13 aprile 2022). Appuntamento quindi, in presenza, nel rispetto delle norme anticovid, al Teatro Dianthus del Liceo “Luigi Garofano”, sede centrale, ore 16.30 del 21 aprile p.v.

 

quisiama

GDG – Gruppo Stabile Caffè Letterario – Liceo Garofano - Capua

 

Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.