Questione gassificatore: un cittadino ribadisce che il Consiglio comunale non si è pronunciato

palazzo comunaleCarissimi amici della Redazione, mi ripropongo in merito alla mia richiesta di chiarimenti degli atti amministrativi posti alla base della localizzazione dell'impianto cd. di "gassificazione" a Capua. Ringrazio il mio amico Nicola Scalera per il riscontro, dettagliato ed esauriente come sempre al di là del commento politico, peraltro condivisibile anche oltre la sfera politica, commento che pure gli spetta per ruolo e per ideologia. Il dettagliato escursus degli atti, così come esposti nel riscontro cui mi riferisco però, non mi danno la chiarezza che mi aveva spinto a proporre il mio quesito di partenza. Provo a sintetizzare: qual è l'atto consiliare che ha stabilito in maniera programmatica la volontà della Città di Capua ad accogliere sul suo territorio questo impianto?

 

Probabilmente la mia "ignoranza" degli atti (ma come cittadino ho il DIRITTO di essere "ignorante", mentre ritengo sia dovere di chi mi governa mettermi nella condizioni di capire ed essere tutelato) non mi fa leggere quello che cerco di sapere. Ho la sensazione che la localizzazione del gassificatore sia stata avviata con atti che non hanno "apertamente" esposto il quesito e, quindi, non ne hanno "apertamente" recepito la pronuncia del Consiglio comunale. Gli atti citati dall'amico Nicola "sembra" ne abbiano fatto filtrare il "fumus", evitando (non ho altre definizioni ) il confronto e la pronuncia diretta del Consiglio. E nemmeno mi tranquillizza la posizione dell'Amministrazione Provinciale e dei rappresentanti politici provinciali e regionali i quali, con ogni possibile rispetto, non hanno alcun potere, e sicuramente alcun diritto, di sostituirsi alla volontà dei Cittadini, espressa per democrazia tramite i propri rappresentanti eletti in Consiglio Comunale.

 

Non riesco a convincermi che la volontà di un amministratore, comunale, provinciale, regionale o di Governo, possa surrogare quella della Comunità che lo ha eletto e possa privare tale Comunità del diritto di operare una scelta, così determinante per il futuro di tutti noi come nel caso di questo gassificatore. Ecco: desidererei sapere CHI ha deciso per CHI! Tutto qua. Per facezia mi permetto di aggiungere che se è vera la notizia dell'ubicazione di un impianto di "cremazione di cadaveri" a Sant'Angelo in Formis, allora fra gassificatore e crematorio avremo un futuro "denso" in termini di salubrità dell'aria, a Capua. Scherzo..., spero! Grazie per l'attenzione, cari amici di Capuaonline. Cordialissimi saluti.

Ciro Santoro

 

    LA RISPOSTA DI VINCENZO PATERNUOSTO (CAPUAONLINE)

 

Carissimo Signor Santoro, Lei ha centrato un punto fondamentale della questione gassificatore. Il Consiglio comunale finora non si è mai espresso esplicitamente e direttamente sulla scelta gassificatore, così come Lei sostiene nella lettera. Anzi ci risulta che ci si è prodigati affinché i singoli consiglieri non si esprimessero sulla questione e questo fatto lo troviamo assurdo ancorché poco democratico. Si è compiuta una scelta dalle ricadute notevoli sul piano ambientale e sulla salute dei cittadini senza interpellare direttamente ed esplicitamente il Consiglio comunale. Grazie. Vincenzo Paternuosto di Capuaonline

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.