Gassificatore, raccolta differenziata ed altro: le perplessità di un cittadino e le nostre opinioni

raccolta differenziataCara Redazione, che sia un gassificatore, un termovalorizzatore o una discarica, quale è il nesso tra gli stessi o la diversità, non so darne risposta. Certo è che percorrendo le strade interne di Carditello, noti che l'uomo ha superato il Creatore in "male", facendo nascere delle colline artificiali, coperte di terra e ricoperte di erba cresciuta e con ciminiere che danno sfogo a scorie buone per la nostra salute e per la crescita dei nostri figli! Poi ascolti le discussioni sull'impianto di gassificazione e involontariamente incontri il sindaco di Camigliano dott. Cenname, il quale ti dice che è nocivo ed il problema va risolto con la differenziata accurata. Allora ti chiedi: chi ha ragione? Chi ha interessi per la salute e chi ha interessi propri? Ti chiedi se siamo pronti per il gassificatore, se siamo anche pronti per la differenziata, considerando che la nostra cultura od educazione, ci porta a lasciare sui cigli della strada cumuli d'immondizia, a lasciare sui cigli delle varianti gomme di camion; ad appiccare incendi ai cumuli d'immondizia sulle strade provinciali, sulle varianti, nelle città con cassonetti bruciati insieme a quanto raccolto.

 

Ti chiedi se gli interessi sono della camorra, allora se è vero perché in altre regioni del sud non esistono i problemi che attanagliano le nostre città per le discariche, per i veleni sotterrati? Ti chiedi perché la Sicilia non ha i grandi problemi della Campania: ma forse è la mafia che comanda tali manovre? E' pur vero che la mafia siciliana ha comandato prima della guerra mondiale e durante anche il fascismo a livello di governo italiano e comandava con i suoi collegamenti anche le cosche in America: ma è possibile mai che non ci sia coscienza sia dalle parti di fonti camorristiche o politiche? Non credo che non si è a conoscenza dei mali che stanno ammazzando. Non avete amici o parenti che sono deceduti in età nemmeno avanzata? Si dice che la vita si è allungata; a me sembra che per le nostre zone si è accorciata, in pochi giorni ci sono delle morti per tumore di persone di poco più di 50 anni. Non voglio dilungarmi ma c'è molto da meditare.

 

Leggo con soddisfazione quanto comunicato dall'assessore dott. Marco Ricci, sull'eventuale attivazione dell'isola ecologica e leggo inoltre quanto descritto sull'OMA SUD, sulla possibilità di avere contatti economici con altri Paesi internazionali. Quindi più lavoro ed importanza per il nostro territorio. Ma delle piccole cose che se date alla città da parte dei cittadini e dall'Amministrazione potrebbero dare una visione diversa di come si presenta attualmente: perché non chiedere ai cittadini, residenti in tutto il centro storico, di mettere sulle proprie balconate o finestre delle fioriere con dei fiori pendenti? Alcuni cittadini come si nota, per alcune strade, vedi Corso Gran Priorato di Malta, hanno già adottato tale addobbo; non sarebbe più accogliente il centro storico? Forse ci sarebbe un riscontro più educativo da parte di tutti nel guardare la propria città e quindi più decoro anche nel frequentare le piazze e le strade, evitando di gettare carte a terra o distruggere quanto già esiste.

Non sarebbe decoroso vedere le ringhiere della riviera addobbate con fiori? Già vedere quel ponte illuminato è stata una bella iniziativa. Non sarebbe meglio vedere nelle piazze o fuori i bar delle ceneriere con sabbia? Se forse s'inizia con dei piccoli accorgimenti non costosi, forse la nostra città potrà avere un inizio di partenza per una buona vivibilità. Grazie e saluti.

P.V.

 

    LA RISPOSTA DI VINCENZO PATERNUOSTO (CAPUAONLINE)

 

Carissimo Signor P.V., è evidente che Lei è molto arrabbiato e sfiduciato perché, come noi, vede che troppe cose non funzionano come dovrebbero. E su questo punto noi crediamo che si debba riflettere. Perché non funzionano? Noi pensiamo che, a parte l'Amministrazione cha ha le Sue chiare responsabilità, molto dipende anche dal comportamento dei cittadini. La realtà è complessa e molte cose non vanno tanto bene perché ci sono troppe persone che curano gli interessi individuali, credendo di essere più furbi, più capaci e più meritevoli degli altri. Nella società italiana troppi abusano della libertà credendo di poter far tutto fregandosene delle regole. Ma in una società organizzata ci sono dei limiti e bisogna capire che le regole, soprattutto quelle del vivere civile, vanno rispettate nell'interesse di tutti. Purtroppo molti meridionali hanno poco o nessun senso dello Stato. I veri problemi da risolvere, che non sono stati mai affrontati concretamente, sono quelli di garantire un sano sviluppo economico e una trasformazione della mentalità. Senza un'economia sana e forte e un cambiamento dei modelli di pensiero e comportamento, questi ultimi radicati da secoli nelle popolazioni del Sud, rimarremo in queste condizioni molto a lungo.

 

In merito alla questione del gassificatore e dello smaltimento dei rifiuti solidi urbani, Le diciamo che non è corretto parlare di alternativa tra discariche e gassificatore. Perché? Perché il gassificatore non azzera le discariche, ma ne rallenta la saturazione nel tempo e non risolve assolutamente il problema rifiuti, contribuendo ad inquinare ancora di più l'ambiente. BISOGNA AVERE LUNGIMIRANZA E CAPIRE CHE LE SCELTE DI OGGI AVRANNO CONSEGUENZE SUL FUTURO DEL NOSTRO AMBIENTE E DELLA NOSTRA SALUTE. SAREBBE OPPORTUNO, INVECE, IMPIEGARE TUTTE LE RISORSE ECONOMICHE DISPONIBILI NELLA DIFFERENZIATA E NEL RICICLO DEI MATERIALI, FAVORENDO LA REALIZZAZIONE DI AZIENDE SPECIALIZZATE IN TALI SETTORI E NON QUELLA DI UN GASSIFICATORE. ABBIAMO CONSTATATO, POI, CHE L'AMMINISTRAZIONE COMUNALE HA AVVIATO UNA NUOVA CAMPAGNA PER L'EFFICIENTAMENTO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA CON LA SENSIBILIZZAZIONE DELLA CITTADINANZA. AUSPICHIAMO, PERO', CHE SI REALIZZI AL PIU' PRESTO L'ISOLA ECOLOGICA E SI ATTUI LA RIORGANIZZAZIONE LOGISTICA DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA, PERCHE' AL MOMENTO NOTIAMO DELLE "STONATURE". PER ESEMPIO I CONTENITORI PER LA RACCOLTA NON SONO OMOGENEI E IN MOLTI POSTI SONO INSUFFICIENTI. Grazie. Vincenzo Paternuosto di Capuaonline


Per contatti scrivi a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. "> Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.