Condizioni della città: un'altra lettera di protesta di un cittadino

piazza giudici furgoni motoGentile Redazione, vorrei ringraziare l'assessore Taglialatela per aver risposto in modo chiaro ed esaustivo ai miei quesiti, con l'auspicio che alle parole poi seguano i fatti. Mi spiace invece che non abbia risposto ai miei quesiti l'altro assessore chiamato in causa; evidentemente avrá le sue buone ragioni. Comunque, la cittá versa sempre in condizioni poco decorose e finalmente anche qualche esponente politico della maggioranza si è accorto che Piazza dei Giudici è diventata impresentabile per responsabilità di tutti: cittadini, amministrazione, vigili urbani e forze dell'ordine, forse troppo permissive.

Le altre zone della città, poi, sono messe ancora peggio; perciò bisogna far rispettare le poche leggi in vigore e mostrare il pugno duro contro i trasgressori: i tantissimi automobilisti indisciplinati; i troppi cittadini che fanno i loro comodi violando le regole, sia in materia di nettezza urbana che di regolamenti edilizi; i gestori dei locali pubblici, che pure tragrediscono, e cito ad esempio chi gestisce il parco giochi di via Napoli poiché continua indisturbatamente a trasformare il bar in discoteca all'aperto durante il week end, infastidendo coloro che vorrebbeto riposare, e anche se più volte gli è stato riferito, attraverso l'intervento delle forze dell'ordine, se ne è totalmemte infischiato; i conducenti dei pullman scolastici, che creano caos ogni mattina lungo via Napoli parcheggiando ovunque; i conducenti degli autobus della societá Acms che, nonostante vi sia un'ordinanza di divieto di transito in via Garibaldi, continuano indisturbatamente a non rispettare il divieto; i camionisti che, nonostante il divieto di transito sui due ponti sul Volturno, continuano tranquillamente a transitarvi senza che nessuno dica nulla.

Spero vivamente che quache politico prenda le redini in mano e faccia rispettare le semplici regole di civiltá. Scusate lo sfogo, ma sono molto arrabbiato e deluso dall'operato dell'amministrazione, dal comportamento dei miei concittadini e da quello delle forze dell'ordine. La nostra cittá merita più rispetto, più dignitá e più decoro. Gli amministratori, di destra, centro o di sinistra, hanno l'obbligo di prodigarsi per spendere nel miglior modo possibile i nostri soldi. I miei concittadini, invece, hanno l'obbligo di rispettare le regole e non di lamentarsi solamente. Le forze dell'ordine, tutte, hanno il dovere di far rispettare le regole e, anche se sappiamo benissimo in che condizioni operano, potrebbero risolvere più problemi solo con un poco di impegno in più. Infine vorrei porre un'altra domanda al sempre disponibile assessore Taglialatela: "La Villa comunale quale futuro ha? E' un luogo dalle enormi potenzialitá, considerato che tra poco le temperature aumenteranno notevolmente, anche di mattina, e potrebbe essere un ottimo rifugio per tutti, bimbi e anziani soprattutto. Possibile che per essa non possa esserci un futuro dignitoso?". Saluti.

Un vostro concittadino

 

RISPOSTA DI VINCENZO PATERNUOSTO

Caro Concittadino, La ringraziamo per la lettera ed auspichiamo in una risposta dell'assessore Taglialatela alle Sue legittime domande. In merito alle rimostranze, che praticamente rivolge a tutti, ci trova assolutamente d'accordo perché senza la partecipazione di tutti la situazione non potrà migliorare. Grazie. Vincenzo Paternuosto di Capuaonline

 

 

Per contatti: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.