Musica ad alto volume oltre l'orario: un cittadino chiede l'intervento dell'Amministrazione

polizia localeGentile Redazione di Capuaonline, qualche settimana fa scrissi una lettera su quello che a parer mio non va in città, rivolgendo domande dirette ai sempre disponibili assessori Taglialatela e Ricci. Questa volta non sono stati così disponibili perché alle mie domande non vi son ad oggi risposte. Avevo elencato una serie di opere iniziate e mai finite in città e pure strutture ormai abbandonate; mi son dimenticato di inserire la ex Villa Fiorita: di chi è quella struttura? Se è di un privato, quest'ultimo paga le dovute tasse? Oppure è del Comune? Quale sarà il suo futuro? Altra struttura fatiscente è l'ex Zuccherificio, se non ricordo male è di un privato. Quest'ultimo paga le dovute tasse al Comune? Inoltre è stato inaugurato l'ex Palazzo delle Cento Persone e mi domando: che cosa hanno inaugurato il portone? La saracinesca di un possibile futuro negozio? Inoltre ho seguito il vostro consiglio riguardo il volume esageratamente elevato di alcuni locali in orario notturno: ho parlato in via privata con un vigile urbano. Volete sapere la sua risposta? La denuncia resterebbe su un pezzo di carta perché anche richiedendo un sopralluogo dei vigili urbani quest'ultimi mai e poi mai lo potrebbero effettuare a quell'ora e certamente non per voler loro.

 

L'alternativa, mi ha detto, sarebbe chiamare le forze dell'ordine, ma queste ultime sicuramente hanno altro a cui pensare. Il problema secondo me è che la soluzione non c'è: ormai tantissimi cittadini segnalano questo disturbo, ma gli assessori e chi di competenza fino ad oggi non lo hanno preso proprio in considerazione. Ormai c'è gente che è arrivata al limite della sopportazione. Dove abito ormai siam privi di dormir con la finestra aperta e non per paura dei ladri (non c'è nulla da rubare se non debiti), ma perché a nostra insaputa invece di un parco giochi hanno aperto una discoteca all'aperto con musica ad alto volume fin ben oltre l'orario consentito per legge (il sabato tranquillamente fino anche alle 1.30 di notte). Dico una cosa: ma il gestore del parco non si rende conto che ha proprio stancato? C'è gente che ha il sacrosanto diritto di riposare, soprattutto nel fine settimana. E poi se ci fosse tanta gente..., in realtà ci son al max una cinquantina di ragazzini molto scostumati e molte volte anche abbastanza ubriachi, che una volta finita la musica continuano a far baccano, urinando ovunque. Son sicuro che prima o poi qualche buon cittadino (me compreso) perde la pazienza e non si sa cosa può succedere. Con la speranza che quanto prima la nostra amministrazione riesca a risolvere questo problema, vi auguro una buona giornata rinnovandovi i miei complimenti per il lavoro che fate.

Laudadio Carlo

 

RISPOSTA DI VINCENZO PATERNUOSTO

Caro Signor Laudadio, ci dispiace che non si sia ancora risolto il problema che, a quanto ci risulta, sta assillando diverse famiglie capuane. Pensiamo, però, che se la denuncia scritta venisse recapitata per conoscenza anche agli organi gerarchicamente superiori delle Forze dell'ordine molto probabilmente qualcosa accadrebbe. Pur comprendendo l'esasperazione, però, non condividiamo assolutamente un intervento del cittadino nel tentativo di farsi giustizia da solo. Non solo sarebbe sbagliato e pericoloso, ma non risolverebbe nulla. Provi a seguire la strada che le abbiamo indicato e ci faccia sapere. Invitiamo, infine, l'Amministrazione comunale e il Comando di Polizia municipale ad intervenire per risolvere la questione segnalata. Grazie. Vincenzo Paternuosto di Capuaonline

 

Per contatti scrivi a:  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.