Opere pubbliche non ultimate: lo sfogo di un cittadino

foto1 lampione via san lazzaroCari Concittadini, perdonatemi se riscrivo solo dopo alcuni giorni dalla pubblicazione di una mia missiva, ma quello che ho visto stamattina, giorno di Pasquetta, nell'area adibita a "isola ecologica", è da far accapponare la pelle. Ho scattato qualche foto (il cancello era spalancato) da cui potrete trarne le conclusioni del caso! Sono stufo e arcistufo di ascoltare o leggere prediche mielose da parte di questi amministratori e ancor più sono arcistufo di pagare le tasse comunali, utilizzate per la costruzione di impianti e manufatti nati per la pubblica utilità e poi vederli distrutti dai vandali che dimorano nelle zone limitrofe. Vi posso assicurare, cari concittadini, che  in questa zona adiacente al Campo Profughi nulla si fa per migliorare la nostra quotidianità. MAI ho visto un vigile urbano da queste parti per operazioni sul territorio. E allora di cosa parliamo? Di ARIA FRITTA!

 

Inoltre, a ragion veduta, Capua è la città dei lotti perché c'è sempre da aspettare un lotto per il completamento di qualsiasi opera. Basta girarsi intorno per accorgersene: l'isola ecologica è una di queste. Credetemi, vedere i miei soldi spesi e distrutti in quel modo mi fa una rabbia dentro che non immaginate. E le "stelle" stanno a guardare!
Vabbè, qualcuno mi dirà: "Ma vatt a magnà o' casatiell e statt zitt!". E io ci sono andato, ma tutte a me capitano?Pomeriggio di Pasquetta: mi ritrovo in terra pontelatonese/formicolana quando - vittima del "casatiello over-working" - ho deciso di fare un giretto digestivo con la mia consorte. Mentre percorro la periferia di Liberi, sulla destra della strada scorgo un enorme edificio dalle mura possenti: cosa sarà mai? Alti finestroni le fanno da corolla. Giro l'angolo e sulla sommità dell'edificio, a sormontare la porta di entrata, una tabella orizzontale con su scritto: PISCINA COMUNALE.

 

Ora, senza nulla togliere alla bellezza del circondario e alla simpatia dei suoi cittadini, ma è mai possibile che Liberi, abitata da 1163 anime, venti volte più piccola di Capua, abbia una piscina comunale e Capua no? E' mai possibile che in qualsiasi cosa si adoperino i nostri amministratori, affogano nei meandri dei secondi e terzi lotti? Soluzione: o aboliamo i lotti o mandiamo via gli amministratori. Boh! Ai posteri ardua sentenza!

P.S.: sul lavoro di illuminazione della via adiacente il Santuario di San Lazzaro, finalmente un'opera di grande utilità, non si è potuto provvedere allo smaltimento delle vecchie parabole dei lampioni, forse per aver sforato il budget. I simulacri giacciono sommessamente lì dove sono stati deposti, sotto i nuovi lampioni! GRANDI !

Gianni Breda

RISPOSTA DI VINCENZO PATERNUOSTO

Carissimo Signor Breda, La ringraziamo per la lettera che ci ha inviato. Condividiamo il Suo sfogo in merito alla questione della piscina comunale, mai consegnata alla cittadinanza. Lo stesso dicasi per le altre opere non ultimate, anche se per correttezza dobbiamo dire che sono state appaltate da altre amministrazioni comunali. Comunque pensiamo che sia il caso di completarle e di consegnarle ai cittadini, altrimenti i soldi pubblici impiegati per costruirle saranno stati gettati al vento. Sulle coperture delle luci dei lampioni, abbandonate in campagna così come si vede dalle foto che gentilmente ci ha inviato, invitiamo chi di dovere ad intervenire per farle rimuovere perché là certo non possono stare. Grazie. Vincenzo Paternuosto di Capuaonline

isola ecologica capua3

isola ecologica capua 2

isola ecologica capua 1

bagni isola ecologica

foto lampione via san lazzaro

 

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.