La risposta del consigliere delegato Guido Taglialatela al cittadino

taglialatelaEgregio concittadino, sento il dovere da amministratore di questa città di rispondere alla sua nota e lo faccio non per difendere il Sindaco, in quanto a mio avviso per lui parlano i risultati sia del primo che del mandato in corso, quanto per dare giusta risposta ad una persona che ha il pregio di essere giustamente innamorato della nostra città. Per quanto attiene al gassificatore, credo che nessuno lo vorrebbe nelle proprie zone, ma se nessuno avrà mai senso di responsabilità allora il ciclo dei rifiuti continuerà ad essere in Campania quello attuale e continueremo ciclicamente ad essere in emergenza e a pagare le salatissime multe imposte dalla Comunità europea.
E' purtroppo un dato di fatto che opere come il parcheggio, il palazzetto dello sport ed altre ci sono state lasciate in eredità non solo come opere incompiute, ma come contenziosi milionari con le ditte appaltatrici, senza ombra di risoluzione, e solo grazie all'impegno del Sindaco e della maggioranza che lo ha sostenuto, che tali contenziosi sono stati risolti e le opere oggi sono fruibili dalla collettività.

 

Per quanto attiene il dissesto, abbiamo combattuto con questo spettro per ben sette anni, cedendo a questa strada solo per le pressioni dei Revisori dei conti, e ad ogni buon conto sono d'accordo con Lei, che non rappresenta la panacea per tutti i mali, ma credo che questo spot sia stato più di altri che non del Sindaco.
Certamente non è colpa dell'Amministrazione se i negozi del centro sono sfitti, se le chiese a lungo sono state chiuse, e, solo grazie alla lungimiranza di don Gianni oggi riusciamo ad avere aperta la Chiesa di Sant'Eligio, l'entrata posteriore del Duomo, ed in futuro anche la Chiesa dell'Annunziata ed altre. Per quanto attiene Piazza Maiella condivido la sua analisi e Le garantisco che entro 60 giorni partiranno i lavori di riqualificazione, ricordando che anche altre arterie erano nello stesso stato, se non peggio, e sono e saranno riqualificate, e mi riferisco a via Ettore Fieramosca, via Principi Normanni, via Ottavio Rinaldi e via San Michele a Corte.
Non è certo colpa dell'Amministrazione se manca un degno controllo di sicurezza sul territorio, anche se continuiamo a pungolare le Istituzioni competenti affinchè ciò avvenga; questa Amministrazione ha sicuramente il pregio di aver acquisito l'area del Campo profughi a titolo gratuito e di essersi immediatamente impegnata a creare un progetto di sviluppo della stessa, che non sarà attuato a breve, ma che sicuramente nel tempo sarà una delle principali occasioni di riqualificazione e rilancio della città.

 

Non è certo colpa dell'Amministrazione se abbiamo perso l'Ospedale, né tanto meno la fruibilità del Ponte Nuovo a causa di una mancata manutenzione per circa 70 anni. Noi intanto ci siamo mossi per recuperarlo e riusciremo a farlo nel breve, grazie anche ai finanziamenti già ricevuti dalla Regione Campania.
Come Lei sono dispiaciuto per le non esaltanti ultime edizioni del carnevale, ma sono convinto che con le risorse a disposizione di meglio era difficile fare, anche se non perdo la speranza che di meglio si farà.
La stessa speranza ho nel futuro di questa città, in virtù di quanto si sta realizzando (riqualificazione del Centro storico) e per quanto è in programma (Piano regolatore, sistemazione del Ponte, riqualificazione dell'area del Campo profughi e tanto altro ) e invito anche Lei ad averne, stando tranquillo di aver fatto la migliore scelta al momento del voto. Saluti.

Guido Taglialatela

Per contatti scrivi a:  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

 

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.