Città di Capua: un cittadino invita le Istituzioni ad organizzarsi per porre fine gli atti vandalici ed individuare i colpevoli...

108.jpgGentilissima Redazione, è arrivato il momento di porre fine alle scorribande notturne dei soliti ignoti contro i nostri monumenti, gli edifici pubblici, i giardini pubblici, le proprietà private e chi più ne ha più ne metta! E' arrivato il momento di conoscere i volti di questi individui che da anni stanno oltraggiando e distruggendo il territorio della nostra Città. Basta guardarsi intorno, ogni mattina, per contare i danni delle scorribande notturne di queste vere e proprie bande che oltraggiano tutto quello che si ritrovano a tiro. Ora l'omertà deve finire, bisogna assicurare alla giustizia gli autori di questi gesti esecrabili che deturpano l'immagine di Capua e di noi stessi cittadini. I più belli e i più significativi monumenti della nostra Città sono stati presi di mira e oltraggiati a suon di spruzzi di bombolette e di corpi contundenti. V'è urgente bisogno di una reazione forte e immediata che ponga una volta per tutte fine a questo esecrabile scempio. Porta Napoli, Sant'Angelo in Audoaldis, la piazzetta della Chiesa della Maddalena, Piazza dei Giudici, il Ponte Romano, le chiese, il Monumento ai Caduti, i giardini pubblici, le proprietà private... Tutte le strade portano il segno dell'ingiuria e della devastazione perpetrata da questi novelli vandali che agiscono con l'aiuto della notte. Dobbiamo scovarli o metterli in condizione di non nuocere più. C'è bisogno che il nostro Sindaco organizzi e coordini, anche con l'ausilio di cittadini volontari, dei gruppi di vigili urbani, di carabinieri e di polizia per il controllo notturno del territorio e fino a quando quella benedetta videosorveglianza, che la città attende da tempo, non ci faccia conoscere con il suo magico occhio le facce di questi personaggi e nemici della loro stessa inerme Capua. Mi auguro e spero che tanti cittadini aderiscano a questa mia denuncia-proposta e che presto possiamo organizzarci con l'aiuto delle istituzioni competenti.

Camillo Ferrara

 


 

LA RISPOSTA DI VINCENZO PATERNUOSTO (CAPUAONLINE)

 

Carissimo Signor Ferrara, gli atti vandalici avvenuti nella nostra città e perpetrati ai danni di edifici pubblici e privati, monumenti, automobili ecc. nel corso degli ultimi anni sono innumerevoli. E' molto probabile, come Lei sostiene, che dietro questi gesti ignobili ci siano le stesse mani ed è molto strano che nessuno abbia mai visto nulla, nonostante questi delinquenti agiscano sempre di notte. Anche noi siamo dell'avviso che, nell'attesa della videosorveglianza, le Istituzioni abbiano il dovere di per vigilare molto più attentamente nelle ore notturne con dei continui pattugliamenti organizzati. Se non si riesce ad individuare gli autori di questi gravissimi atti vandalici, almeno si faccia di tutto per scoraggiare questi orribili gesti. Se ci pensa, si tratta di persone violente, ignoranti e stupide che accecate dalla loro frustrazioni represse ed evidentemente non si rendono nemmeno bene conto che hanno distrutto o danneggiato beni anche di loro stessa appartenenza. Consentiteci di utilizzare un'espressione molto forte, al limite del consentito, "è come se ad ogni atto vandalico compiuto questi individui si fossero dati da soli una martellata sui coglioni". Dopo tutto questo tempo è probabile che le Forze dell'Ordine possano anche tracciare un identikit della personalità di questi individui ed aumentare così la possibilità di arrestarli. Grazie. Vincenzo Paternuosto di Capuaonline

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.