Centro storico di Capua: le speranze di ristrutturazione di un cittadino...

Cara Redazione di Capuaonline, tante volte abbiamo descritto il declino di Capua per il centro storico "defunto" e già precedentemente avevo detto che esso è stato oscurato dall'edilizia in periferia. E' pur vero, però, che la fatiscenza dei palazzi del centro storico non hanno mai concesso la possibilità di abitarci e quindi l'insediamento è stato sempre difficile. Ma credo che gli imprenditori dovranno puntare al ripristino di tutti i palazzi, che forse costerà di più di una costruzione nuova, ma certamente conferirà maggiore valore architettonico alla città. C'è da osservare che nelle periferie non ci sono servizi, ad eccezione del rione Porta Roma. In altre zone, infatti, mancano del tutto (lo avevo già detto in un'altra lettera).
Credo, che ripopolando il centro storico, Capua potrà riprendersi anche commercialmente. Va evidenziato che nel centro storico esistono altre caserme di proprietà dello Stato, abbandonate a se stesse e pericolose per l'incolumità dei cittadini (vedi per esempio la Caserma Mezzacapo, che se dovesse essere trasferita al patrimonio comunale, lo stesso Comune non potrebbe provvedere economicamente al ripristino). Se ciò accadesse, proporrei alle Poste Italiane od a Banche, l'affidamento di tale struttura, in modo che gli stessi istituti potrebbero farsi carico della ristrutturazione e quindi successivamente non avrebbero carichi di fitti. Quindi si potrebbe proporre proprio la ristrutturazione di tale stabile ai fini di un centro rivolto a sole banche.

Pasquale Vilardo

 




LA RISPOSTA DI VINCENZO PATERNUOSTO (CAPUAONLINE)

 

Carissimo Signor Vilardo, per ristrutturare il centro storico di Capua occorrerebbero cospicui finanziamenti e sinceramente non sappiamo se con questa gravissima crisi sia possibile. Forse i privati potrebbero fare qualcosa, ma senza un tornaconto anche questa possibilità diventa remota. La verità è che Capua è in pieno declino e non da poco tempo. Le condizioni attuali sono talmente difficili che pensare ad una forte "rivitalizzazione" della "Regina del Volturno" ci riesce assai difficile.
Pensiamo, però, che per arrestarne il declino, e quindi per gettare le basi per una futura rinascita, si debba immediatamente elaborare ed attuare un piano di risanamento delle casse comunali. E questo piano non ha nulla a che vedere con la costruzione di un gassificatore, che impatterebbe negativamente sull'ambiente e sulla salute dei cittadini senza risolvere i problemi finanziari dell'Ente.

Grazie. Vincenzo Paternuosto di Capuaonline

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.