Rifiuti e gassificatore: le opinioni di un cittadino a confronto con le nostre...

Raccolta differenziataCara Redazione, faccio una considerazione da cittadino che produce rifiuti di ogni genere ma che si sforza affinché questi siano ben differenziati in famiglia e conferiti nei tempi giusti e nei modi giusti: ma ahimé diciamoci la verità per quanti altri di noi l'impegno è lo stesso? Non sto additando nessuno né tanto meno offendendo nessuno, lungi da me; ma percorrendo le strade, i vicoli, le piazze e piazzette di Capua nei vari giorni e ore della settimana, sfido chiunque a non trovare sempre rifiuti di qualsiasi genere abbandonati impropriamente da mani infami! Si è d'accordo su questo? E allora impariamo a fare una corretta raccolta differenziata, che è alla base di tutto ma fondamentalmente della civiltà e poi valutiamo anche la questione gassificatore che, costruito da mani esperte e oneste e gestito da altrettanti onesti e amanti dell'ecologia, ci potrebbe fare avere gli stessi vantaggi che gli stessi impianti apportano a civiltà quali Danimarca, Islanda e Olanda. Come mai prima di parlare dei pericoli del gassificatore non ci siamo posti tutti il problema che tra di noi si annidano "pericolosi ratti" che con il loro comportamento inquinano la nostra Capua?

Pasquale

 



LA RISPOSTA DI VINCENZO PATERNUOSTO (CAPUAONLINE)

 

Carissimo Signor Pasquale, che tra i capuani ci siano persone poco civili purtroppo è lapalissiano. Noi più volte abbiamo invitato i cittadini ad essere più rispettosi dell'ambiente e delle regole, speranzosi in una crescita del senso civico in tempi medi. Dobbiamo dirLe, però, che non condividiamo affatto la Sue affermazioni sul gassificatore, sia perché noi non siamo la Danimarca, l'Islanda e l'Olanda, sia perché viviamo in un territorio già fortemente inquinato e non possiamo aggiungere altre fonti inquinanti a quelle già presenti. Il gassificatore, forse Lei non lo sa, è un inceneritore che produce le pericolose nanopolveri, ovvero particelle piccolissime che al momento non sono filtrabili e che sono causa di nanopatologie (patologie scoperte e studiate dai ricercatori italiani Gatti e Montanari). Perciò la battaglia contro il gassificatore è di importanza "vitale", perché rappresenta la vera "resistenza" del popolo residente contro una scelta che farebbe correre altri rischi alla salute.
Oggi, caro signor Pasquale, è necessario fare scelte rispettose dell'ambiente e della salute dei cittadini e gli inceneritori non lo sono affatto. Francamente ci siamo stancati della solita filastrocca che tira in ballo le scelte degli altri. E sa perché? Non è affatto vero che siccome altri Paesi Europei le fanno, poi queste scelte siano sicuramente positive. Chi ce lo assicura? La Francia e la Svizzera, ad esempio, hanno le centrali nucleari, ma questo non vuol dire che quelle scelte siano giuste. Purtroppo spesso le scelte fatte dai Paesi industrializzati, anche quelli più civilizzati, sono fondamentalmente basate sulla logica del profitto e non del rispetto dell'uomo e dell'ambiente. In questo nostro mondo si pensa troppo alla cosiddetta "crescita" e poco a come la si fa effettivamente questa crescita. A noi piacerebbe che i nostri lettori si informassero nei dettagli e facessero lo sforzo di farsi da soli le proprie idee, lasciando perdere quelle preconfezionate dagli altri.

 

Grazie. Vincenzo Paternuosto di Capuaonline

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.