Questioni da risolvere e opere da ultimare: le considerazioni di un cittadino...

opere_incompiute.jpgCarissima Redazione, vogliate gradire qualche mia considerazione, purtroppo con tono polemico, ad interventi apparsi sul sito.

Via Parisi – strada dissestata: allarme rientrato.

Il problema è stato risolto rimuovendo la transenna gialla apponendola sul marciapiede. Tra il comico ed il faceto mi viene da pensare, ma ci sono o ci fanno? E inoltre mi domando e dico, esiste una Squadra di Manutenzione Comunale in questa benedetta città?

Natalis dies.

Sipario calato sulla manifestazione “Natalis dies” che tanto ha “animato” la città, così come enunciato nell’articolo apparso sul sito. Ma animato da chi e da cosa? Ma stiamo parlando di Capua o della città di Merano? In città ho notato delle bancarelle a ridosso delle festività, dislocate a Piazza dei Giudici e Maiella, il Concerto nell’Annunziata, poi la Befana per i bambini e tutto il resto della programmazione mi è sembrata una festicciola organizzata in privato dove tutti non sapevano nulla e alcuni sapevano tutto.
Il “Natalis dies” è entrato in città attraverso un manifesto con la data degli eventi, senza indicare in alcun modo la sede e gli orari. Non penso ad eventi così importanti da segretarne il programma…, con la città che continuava ad ignorare e gli addetti che continuavano a non sapere.

Fontana.
Piazza Medaglie d’Oro, il più grande successo (secondo me) della Giunta Antropoli, con una bellissima fontana che trionfa al centro della piazza, ma che ahimè continua a restare chiusa.
Mesi fa (settembre 2011) la Fontana cominciò a zampillare acqua fuori dalla vasca di raccolta, creando un ambiente poco sicuro per i passanti e i fruitori della piazza. Dopo un buon mesetto di fuoriuscita di acqua il Comune intervenne risolvendo il problema alla radice: chiuse l'acqua.
Da allora la Fontana giace morta, come la “Quercia Caduta” del Pascoli e ancora mi domando: ma è proprio vero tutto questo? Non sto sognando? E’ questo il modo di risolvere i problemi nella mia città?

Opere incompiute.

Sulle “Opere Pie Incompiute” stendo un velo pietoso: il parcheggio, l’auditorium, il parco delle fortezze, il parco fluviale, i palazzetti dello sport, la piscina, la vergognosissima situazione in cui versa il Campo Profughi. Devo continuare?
Ultimissime, ore 19,30 di domenica sera, mentre Capua vive l’ennesima serata buia e noiosa che nemmeno i 18 affezionati di Piazza dei Giudici riescono a far brillare, nella cugina Santa Maria C.V. cittadini gioiosi si divertono a pattinare sul ghiaccio in Piazza Mazzini. Sì, sul ghiaccio! Che vergogna che ho, l’ennesima coltellata che io cittadino capuano devo subire. Perché a Capua non si riesce a fare questo?
Perdonatemi per lo sfogo, ho rivotato questa amministrazione per la seconda volta e credo di avere tutto il diritto di indignarmi se “qualcosa” non funziona. Spero solo di arrivare a solleticare l’ardire dei nostri governatori. Buon Anno a tutti.

Gianni Breda

 



LA RISPOSTA DI VINCENZO PATERNUOSTO (CAPUAONLINE)


Carissimo Signor Breda, Lei ha ragione. Le Sue considerazioni sono pertinenti e condivisibili.
Per quanto riguarda via Parisi, una strada dissestata e bisognosa quantomeno di rattoppi, invitiamo l'Ufficio manutenzione del Comune ad intervenire in tempi rapidi e a risolvere la problematica.
In merito alla manifestazione "Natalis Dies", è giusto considerare che l'articolo pubblicato dal nostro portale è un comunicato del Comune dove colui che l'ha organizzata, ovvero l'assessore al marketing, ne parla e ne tesse le lodi.
Sulla fontana di Piazza Medaglie d'Oro vale lo stesso discorso fatto per via Parisi.
Il guaio, caro Signor Breda, è che su tutte le questioni da Lei evidenziate, così come sulle opere incompiute, grava il peso di una situazione finanziaria assai delicata del Comune, che lo stesso assessore Lima definisce "triste situazione debitoria". Ormai da svariati anni le Amministrazioni comunali fanno ricorso sia a dei prestiti che alla vendita dei beni del patrimonio dell'Ente per finanziare nuove opere pubbliche.
Questa modalità di gestione si rivela efficace nel breve periodo, ma col passare degli anni poi ci si trova a dover sostenere spese sempre crescenti per far fronte alla restituzione del debito, potendo contare su un patrimonio sempre più ridotto.
Prima di dar vita a nuove iniziative, che richiedono nuove spese, sarebbe il caso di portare a compimento le opere non ancora ultimate: il parcheggio di Piazza Umberto I; la piscina comunale; il parco giochi di via Napoli. La logica imporrebbe anche una diversa gestione finanziaria con la razionalizzazione e riduzione della spesa, un aumento delle entrate attraverso la riscossione dei crediti esigibili e il recupero dell'evaso e la mancata contrazione di nuovi debiti.

Grazie. Vincenzo Paternuosto di Capuaonline

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.