La replica del sign. Polverino alla risposta di Ricci

comuneGentile Direttore, ringrazio il Dott. Ricci per la risposta che ha voluto dare alle mie considerazioni. Tuttavia essa non lenisce il mio "amaro sfogo" . Non vi è alcun dubbio che l'aumento dell'aliquota IMU sia stato dettato dal fatto che il Nostro Comune è in pre-dissesto o dissesto finanziario che dir si voglia (a proposito: abbiamo, dopo tanto dissertare nel 2013, almeno una certezza!). Questo , ahimè, non è stato provocato dai cittadini, che pur si affannano in questi giorni di vacche magre a pagare le tasse, ma piuttosto da coloro che ci hanno amministrato e ci amministrano. Questo è un fatto innegabile ed inconfutabile senza se o ma o, peggio ancora, dietrologie. Il dissesto e l'aumento dell'aliquota IMU non ci sono piovuto dal cielo! I Latini sentenziavano "Honos habet onus" (Ogni carica comporta un peso). Chi si è assunto l'onore e l'onere di accettare cariche pubbliche conosceva la stato delle finanze del Nostro Comune (se non lo conosceva mi preoccupo!) ed aveva l'obbligo di vigilare su queste fin dal primo momento tentando di riequilibrarle. Se non ci è riuscito o, peggio ancora non ci ha provato, ha fallito. Pazienza! Morto un papa, se ne fa un altro.

Riguardo all'abolizione dell'IMU, finiamola di dare addosso all'On Letta, che è persona seria. Lo è, indipendentemente dal fatto che si può essere d'accordo o meno con le decisioni del suo Governo. Sappiamo bene che l'abolizione di questa tassa è stata , a sua volta, una tassa che l'On. Letta ha dovuto pagare ad una certa parte politica, per puro tornaconto elettorale, per assicurare stabilità al Governo nel delicato momento in cui il Nostro Paese ne aveva bisogno senza avere le necessarie coperture finanziare così affannosamente trovate poi. Il risultato è che ci troveremo nuove tasse(il famoso pastrocchio), forse più pesanti e più inique, negli anni a venire perché, semplicemente, non ci sono i soldi. Forse sarebbe stato più giusto ritoccare e/o riequilibrare la vecchia IMU! Finiamola con questo siparietto, tutto italiano, con cui deve fare i conti il Nostro Governo: oggi ti appoggio, domani no, anzi, peggio ancora, sto dentro al Governo, ma non sono d'accordo. Questo, sia ben inteso, vale sia a sinistra che a destra. Anche il mancato trasferimento dei soldi agli enti locali , mi sembra che a suo tempo fu una tassa che fu pagata dall'allora Governo ad una certa parte politica che non è propriamente quella di Letta.

In merito alla questione del darsi da fare, sono d'accordo col Dott. Ricci. Del resto, per quello che so, i commercianti si sono consociati ed hanno organizzato quella bella manifestazione dell'Epifania cercando di ravvivare il nostro centro storico ultimamente un po' "morto". Me ne complimento. Qualcuno ha cercato anche di riorganizzare a Capua un Mercatino dell'Antiquariato, ma, ahimè, è stato stroncato sul nascere senza nemmeno fornire un'alternativa "valida" per una sua ulteriore collocazione. Come vede, ci sono persone di buona volontà che si danno da fare, ma è bene che ci diamo tutti da fare ognuno nel proprio piccolo o grande ruolo che ha nella società. Cordialmente.

Paolo Polverino

 

Risposta di Vincenzo Paternuosto

Gentile Signor Polverino, mi scuso con Lei per il ritardo nella pubblicazione della sua lettera ma è stato solo per un disguido. Grazie. Vincenzo Paternuosto di Capuaonline


Per contatti scrivi a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.