Capua: un cittadino fa una disamina dell'attuale situazione di crisi

palazzo della gran guardiaGentile Direttore, vorrei dire al concittadino Cossentino che dissento sulla sua opinione riguardante il nuovo piano regolatore. Magari avremo una città sviluppata e moderna come Santa Maria C.V., perché guarda caso quanto c'è da criticare Capua si fanno sempre i raffronti, affermando che quella città sta cinquantanni davanti a noi e invece quando si parla di sviluppo della nostra città si dice che il centro storico verrà abbandonato a se stesso. Dico all'amico Cossentino che il vero problema del centro è certamente lo sviluppo della città. Pensate che il nostro centro storico a misura d'uomo non ha marciapiedi per i pedoni e i nostri commercianti pretendono il transito delle auto, mentre i nostri concittadini vanno fuori città per fare shopping con i propri figli. Se il carnevale non si farà più è colpa di noi capuani, che vogliamo solo divertirci senza contribuire come in altre realtà e poi ci lamentiamo se non ci sono soldi per i buoni libri. Ormai i comuni sono al verde e il tempo delle vacche grasse è finito, caro amico; se poi gli edifici storici restano chiusi il problema è che non si possono abbattere per la loro antichità, ma chi fa il costruttore sa bene che costa meno abbattere e ricostruire che restaurare. Questa è la realtà, perciò si vedono paesini come Vitulazio e Bellona svilupparsi e diventare delle nuove realtà. Per finire dico: abbandoniamo la nostra vecchia mentalità e guardiamo al futuro per il bene dei nostri figli. Cordiali saluti.

Francesco Giglio

 

RISPOSTA DI VINCENZO PATERNUOSTO

 

Caro Signor Giglio, Lei affronta una questione veramente complessa che meriterebbe uno studio apposito e un'analisi molto approfondita. Non possiamo fornire delle risposte precise e competenti perché non siamo in grado di fornire le soluzioni idonee al rilancio della città di Capua. E' chiaro che la situazione attuale, cioè la gravissima crisi economica che sta vivendo l'Italia in questa fase, certo non costituisce una base favorevole per l'eventuale sviluppo e rilancio della città. Se poi vi aggiungiamo che l'amministrazione è stata commissariata per la questione del dissesto finanziario, ci possiamo rendere bene conto di quanto critica è difficile è la situazione attuale di Capua e di quanto siano ridotti i margini di manovra. Insomma, saranno necessari molti anni di gestione finanziaria virtuosa, con le aliquote delle tasse al massimo, per ritornare ad una condizione di normalità. Grazie. Vincenzo Paternuosto di Capuaonline

 

Per contatti scrivi a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.