Analisi acqua Capua e Sant'Angelo in Formis: un cittadino legge male i documenti pubblicati

Acqua potabileSpettabile Redazione, vi scrivo in merito alla questione acqua e rifiuti tossici pubblicata sul vostro portale. Quello che si sente quotidianamente è a dir poco sconvolgente ed il sol pensiero che le analisi effettuate dagli americani nella Terra dei Fuochi siano corrette mi fa rabbrividire. Mi fa piacere che l'Amministrazione abbia risposto in modo tempestivo pubblicando le analisi effettuate dalla concessionaria Fiore abilitata alla gestione e controllo della rete idrica e della qualità.

Ho tirato un sospiro di sollievo quando ho letto le parole rassicuranti dell'assessore Ricci riguardo l'errore commesso dal settimanale L'ESPRESSO: "Caro Direttore, le inoltro l'email che mi ha inviato l'ing. Fiore nella sua qualità di responsabile della concessionaria FIORE, abilitata alla gestione e controllo della rete idrica e della qualità dell'acqua. Con questa email tengo a rappresentarla e a rispondere al nostro concittadino riguardo all'errore commesso dal settimanale l'Espresso, citando erroneamente la nostra città per le problematiche che il rapporto degli americani ha fatto emergere sulla qualità dell'acqua erogata dall'acquedotto pubblico, nel territorio campano. Le allego le analisi per gli anni 2010 e 2011). Mi riservo di inviarle anche quelle del 2012 e 2013. Grazie.".

Leggendo i rapporti di prova delle analisi pubblicate però non posso far altro che sorridere e domandarmi se l'assessore Ricci sia veramente a conoscenza di quali sostanze abbiano rinvenuto gli americani nelle falde acquifere analizzate.

Le analisi effettuate presso la ECO RICERCHE del Dott. Dal Poggetto si riferiscono solo ed esclusivamente ai parametri chimici e microbiologici normalmente ricercati per acque destinate al consumo umano. Gli americani ahimè sono andati oltre ed hanno ricercato e pare rinvenuto quelle sostanze pericolose di cui non vedo traccia nelle analisi pubblicate (metalli pesanti, composti aromatici, idrocarburi, totali e policiclici aromatici, composti organoalogenati, trialometani, fitofarmaci). Queste sono solo alcune delle sostanze ricercate e sono tutte altamente pericolose. Concludo facendo una riflessione. E se gli americani avessero parzialmente ragione? Non sarebbe il caso di andare oltre le analisi chimiche e microbiologiche fatte per capire se esiste davvero un pericolo per i cittadini capuani? Un pacchetto completo di analisi in laboratori accreditati non dovrebbe superare i mille euro (€ 1000.00). Spero che l'amministrazione e l'ente gestore della rete idrica prendano a cuore il problema e si attivino in modo celere per fornire delle risposte concrete ai cittadini. I cittadini capuani hanno il diritto di conoscere la verità. Distinti Saluti.

Giuseppe Romagnuolo


RISPOSTA DI VINCENZO PATERNUOSTO

 

Caro Signor Romagnuolo, forse non ha letto con attenzione i documenti che abbiamo pubblicato sulle analisi dell'acqua di Capua e Sant'Angelo in Formis. Se Lei scorre il documento, quello relativo agli anni 2012 e 2013, ma lo troverà anche in quello delle analisi del 2009-2010-2011, alle pagine 8 e 9, 17 e 18, 26 e 27, 36 e 37 troverà le analisi dettagliate dell'acqua. Tanto è vero che in quelle tabelle vengono riportati i valori delle analisi dei seguenti agenti inquinanti: acrilammide, bromato, fluoruri, solfati, ammonio, idrocarburi policiclici, trialometani totali, antiparassitari, 1-2 dicloroetano, tetacloroetilene, epiclorina, benzene, benzopirene, alluminio, arsenico, boro, cadmio, mercurio, cromo totale, rame, ferro, manganese, nichel, piombo, selenio, antimonio, cloruro di vinile, cianuri totali ecc. Grazie. Vincenzo Paternuosto di Capuaonline

 

Per contatti scrivi a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.