Cambia il direttivo della Pro Loco di Capua, si smuove una spessa coltre di polvere e muffa...

Il Palazzo della Gran Guardia, sede della Pro LocoNei giorni scorsi, una spessa coltre di polvere si è sollevata nei locali storici del palazzo della Gran Guardia a Piazza dei Giudici.

 

Lo scossone che ha fatto volare alta la polvere assieme anche ad un po’ di muffa creatasi con anni di acuta inazione, è stato il fatto che attraverso le elezioni del consiglio direttivo, sono cambiati i vertici della associazione Pro Loco di Capua.

 

Già da anni e con diverse elezioni, si era cercato attraverso dei movimenti interni di alcuni buoni soci ma anche di doppiogiochisti e franchi tiratori, di far succedere una sorta di “ribaltone” per cambiare i capi di una associazione capuana risultante strategica per la valorizzazione cittadina del turismo e della cultura.

 

L’accanimento su una semplice elezione di una associazione di puro volontariato, ci fa pensare che qualche interesse in fondo esiste, e se non è quello economico, è forse di prestigio, è forse politico.

 

Per pura definizione, la Pro Loco, è un'associazione volontaria, apolitica e senza fine di lucro, che ha per suo unico scopo la promozione e la valorizzazione di tutte le risorse disponibili nel contesto in cui opera.
Tutto ciò che viene realizzato per la città è il prodotto di tante teste. Le persone, si riuniscono per perseguire degli scopi che non vogliono o non riescono a raggiungere da soli.
Una Pro Loco non è un’impresa, il suo scopo non è il profitto. Addirittura, ogni forma di entrata va reinvestita per statuto nelle attività dell’associazione.

 

Ora, tutti questi buoni propositi e buone regole che abbiamo menzionato, dovranno essere di buon auspicio al nuovo direttivo della Pro Loco Capua che da qualche giorno è salito in cattedra.
Su quei vecchi e storici tavoli che fino a ieri, accoglievano il “tresette a perdere” ora magari con l’aiuto di qualche giovane in più, dovranno diventare tavoli di progetto, dove nasceranno idee da concretizzare subito con i fatti.
Dovranno essere pochi progetti, ma di apprezzabile qualità, perché Capua non è un paese da sagre.

 

Facciamo quindi i sinceri auguri al nuovo presidente Maurizio Orsi, che non ha certo un compito facile, visto che ora dovrà dimostrare a tutta la città, il cambiamento.  Un compito non facile, visto che dovrà partire, fatecelo passare, da un valore di “spread” piuttosto alto.

 


- Per visionare i numeri precedenti di "Fotosintesi" clikka QUI


Banner
Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su ...

facebook logogoogle+ logotwitter logoyoutube logo
Banner

Webcam Capua

Vista sul Lungo fiume Volturno

Vista Sud-Est

Newsletters










Articoli archiviati

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.