Banner
Banner

Foglie di Lauro. Il sedici di Luglio, è la festa della Madonna del monte Carmelo.

madonnacarmeloLa città di Capua, anche quest'anno, rinnova una sua antica tradizione devozionale, frutto di una fervente fede Mariana.
I componenti della Congrega, presieduta da Augusto Ferrara, antichissima, secondo le fonti storiche diocesane, coadiuvati da un comitato esterno di fedeli, sostenuto da Salvatore Branca, si prodigano per i festeggiamenti, che trovano massima partecipazione popolare ed emotiva, nella solenne processione, il cui simulacro della Vergine, viene portato in pellegrinaggio, attraverso le antiche strade della città.
La cappella che custodisce la venerazione per la Madonna del monte Carmelo, si trova in via dei Principi Normanni, pressapoco ai piedi di quella torre merlata, simbolo del profilo architettonico di Capua. Per essere di maggiore spessore urbanistico, il complesso conventuale di San Giovanni si combacia a mo di cardine sul Gran Priorato di Malta, dove risplende, grazie alla sede universitaria, la struttura monastica di Santa Maria delle Dame Monache.
La Cappella del Carmine, la cui esatta denominazione è San Salvatore Minore, fu edificata tra il decimo e l'undicesimo secolo, per poi subire un rifacimento nel 1164, così come testimonia una iscrizione nell'architrave della porta.
Infatti, in seguito a tali lavori, venne donata al Monastero di San Giovanni delle Monache.
Così come si presenta ai fedeli, la cappella del Carminiello, non era, sicuramente, attinente alle dimensioni originali, infatti era formulata da un impianto a tre navate. Attualmente, sussistono due delle parti: quella centrale, ed una laterale a sinistra, trasformata, poi, in sacrestia.
Risulta che in una delle navate, venne ritrovato un meraviglioso affresco, custodito nel Museo Campano, che raffigura la Madonna tra San Pietro e Santo Stefano.
L'opera pittorica è attribuita al maestro Pietro Cavallino.
Le celebrazioni di quest'anno, dicevamo, culmineranno con la solenne celebrazione Eucaristica, alle diciotto e trenta ed a seguire la Processione.
La Spianata Olivarez, sarà teatro, al cospetto della Vergine, del tradizionale spettacolo piro musicale.
Agli Accollatori di Capua, come sempre, il compito di accompagnare il simulacro, scandendo i passi dell'itinerario, anche con il coinvolgente ed emozionante "doppio passo", accollo che caratterizza e rende unici, gli Accollatori dell'associazione cattolica locale.

 

Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.