Banner

Foglie di Lauro. "La Maledizione dell'Acciaio", il libro.

libromaledizione"La Maledizione dell'Acciaio", il libro. Romanzo che si legge tutto d'un fiato, perché appassiona, evidenzia una comunanza d'intenti, oltre che ad una storia, purtroppo, vissuta in una quotidiana ricerca della verità. Una verità funestata dal dramma del male, generato, spesso, troppo spesso, dal contatto diretto con elementi cancerogeni, disarmati.
La storia delle periferie, di normalità ed assuefazione. Ecco, allora, l'eroe, il nostro personaggio, troppo comune, ma altrettanto reale. Oreste Ciccariello ha creato un racconto reale, sostenuto e sollecitato da Rosario Morra e Luigi Esposito; Gigi e Ross: attori, intrattenitore, cabarettisti, tremendamente made in sud. Cose d'Interni, il circolo dei Lettori, il festival della Lingua di Capua, più semplicemente "Passaggi e Paesaggi", il nostro format al Gran Priorato di Malta, la direzione artistica di Giuseppe Bellone. Ecco, allora l'Italsider.
Napoli, scenario incantevole prima, Bagnoli, meravigliosamente turistica, il percorso industriale è la conseguente disfatta di una fabbrica, tanto generosa di lavoro, altrettanto di malattie.
La prefazione è del Magistrato Catello Maresca.
Un libro scritto con passione e che appassiona. L’eterna lotta contro il male, contro il buio. Se il male, il buio e l'inferno, vengono confinati all’interno di un enorme ecomostro d’acciaio e tu sei solo un piccolo uomo, la battaglia è già persa in partenza. Massimo Mancini, il protagonista del racconto, quando decide di affrontare l’Italsider, l’avvelenato mostro di acciaio di Bagnoli, che gli ha portato
via il padre. Lo fa con le armi dell’uomo comune, studiando per laurearsi ed entrare nella commissione di bonifica dell’Italsider.
Ma è proprio entrando nelle viscere del mostro, che Massimo scoprirà segreti, complotti che mai avrebbe potuto immaginare.
E poi la maledizione, che gli cambierà la vita: l’acciaio avvelenato che gli entrerà fino a dentro, facendolo sentire mai così vivo ma irrimediabilmente morto. La maledizione che gli darà, forse, la forza per combattere, finalmente, ad armi pari contro il mostro di acciaio, che intanto ha generato tanti altri mostri, fatti di carne ed ossa.
In un susseguirsi di rivelazioni, colpi di scena, amicizie rovinate e amori mai finiti, e nella cornice di una straordinaria e maledetta Bagnoli, finalmente Massimo accenderà una luce accecante nel buio, e sarà il mare che inonderà la terra arida,
vincendo una battaglia di una guerra, purtroppo, ancora molto lunga, perché da qualche parte un altro mosto sta già oscurando ogni debole fonte di luce.

Le foto di Sonja Antuono, con Oreste Ciccariello ed al termine della presentazione del libro, anche con Gigi e Ross.

Banner
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Capuaonline.com utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza sul sito. I Cookie essenziali impiegati per il funzionamento del sito sono stati già impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra policy sulla privacy .

Accetto i cookie da questo sito.